Ragazzo si scusa per la falsa notizia della morte di Dave Grohl (Foo Fighters)

Ragazzo si scusa per la falsa notizia della morte di Dave Grohl (Foo Fighters)
Daniel O'Sullivan, un sedicenne statunitense, si è sinceramente scusato per aver generato la falsa notizia della morte di Dave Grohl. La storia ha recentemente fatto il giro del mondo sebbene non ripresa dalle maggiori agenzie internazionali. O'Sullivan ha detto: "Su Internet ho trovato un sito che ti fa scrivere delle notizie false, e così me ne sono inventata una su Grohl. Poi l'ho copiata e l'ho mandata ad un mio amico, il quale l'ha subito forwardata ad altre persone e si è diffusa. Il giorno dopo, al college, ho sentito della gente che diceva: 'Che cosa triste, la morte di Grohl'. Ho subito detto che si trattava di uno scherzo. Se vedessi Dave mi scuserei con lui immediatamente, anche perché è sembrato un po' inca*zato. Ci sono rimasto male anch'io, non volevo fare del male a nessuno, volevo solo fare uno scherzo ad un mio amico per farci quattro risate".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.