Comunicato Stampa: Festival di Villa Arconati 2006, il programma completo

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

FESTIVAL VILLA ARCONATI 2006

Per la diciottesima edizione il Festival di Villa Arconati a Castellazzo di Bollate organizzato dal Polo Culturale "Insieme Groane" continua a cercare vie inedite per trovare nuove idee ed emozioni di spettacolo.
Emozioni da mettere in scena in una rassegna ancora una volta interessante e aperta ai suoni del mondo, in uno spazio all'aperto immerso nella magia dello splendido giardino alla francese della Villa.
E anche per questa edizione si arricchisce l’offerta legata agli spazi del Castellazzo con la nuova iniziativa “Finalmente domenica” (2 - 9 - 16 luglio) che con un unico biglietto d’ingresso permette di visitare Villa Arconati, Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate e il Museo Storico dell’Alfa Romeo ad Arese. Lo “start up” è affidato alla sapienza chitarristica di Robert Fripp, che aprirà il festival Giovedi 29 giugno con il suo progetto “League of Crafty Guitarists” per una performance denominata Soundscapes.
Grande sperimentatore e geniale fondatore dei King Crimson, Fripp così descrive l’esperienza sonora di queste “Soundscapes”, nate dall’evoluzione dei classici Frippertornics dei primi anni 70: “Le performance chiamate Soundscape fanno parte di una serie che ha lo scopo di trovare nuovi modi in cui intelligenza e musica, definizione e scoperta, cortesia e reciprocità possano entrare in un’esibizione musicale da parte sia del musicista che dell’audience.” Utilizzando le ultimissime tecnologie digitali, Fripp con i nove chitarristi sul palco riesce a creare un suono ricco e pieno, quasi paragonabile ad un’orchestra sinfonica, per brani che possono durare anche decine di minuti. Un suono lontano da quello del Re Cremisi, ma nel pieno della sensibilità del grande chitarrista inglese.
Giovedì 6 luglio la seconda data ospita un cantante-autore che celebra il ritorno alla forma canzone con una tournée estiva che si annuncia come uno degli eventi dell’estate 2006, Riccardo Cocciante. Nel corso della sua carriera lunga tre decenni l’autore di “Margherita” ha esplorato diversi campi del processo creativo, dalla composizione di canzoni alle opere vere e proprie come la celebratissima “Notre-Dame de Paris” e la prossima “Giulietta e Romeo”, che sarà rappresentata nel 2007. A Villa Arconati Cocciante passerà in rassegna il meglio della sua carriera, fatta di canzoni intense, sincere, dolci e sofferte al tempo stesso.
Un deciso salto di genere porta Lunedì 10 luglio al festival di Villa Arconati i Gogol Bordello, ovvero folk e punk, musica balcanica e cabaret brechtiano, violini zigani e chitarre distorte.
Guidato da Eugene Hutz - evacuato da Chernobyl ai tempi del disastro nucleare - il gruppo si è formato a New York negli anni 90 e inizia suonando musica zigana durante i matrimoni degli immigrati provenienti dall'Europa dell'Est. Ben presto il suono inizia a evolversi in qualcosa di assolutamente inedito, che mescola gipsy music, punk e folk, guadagnandosi, nel giro di qualche anno, un'aura di culto nel circuito underground newyorchese e permettendo a Hutz di esprimere tutta la sua carica di comico, cantante e intrattenitore folle. La carriera della band prosegue con un pugno di album molto seguiti ed amati per il suo suono ibrido e gitano, a cui si aggiunge il successo come attore di Hutz, che recita a fianco di Elijah Wood nel film "Ogni Cosa È Illuminata”.
Due giorni dopo, Mercoledì 12 luglio, il primo dei ritorni a Villa Arconati per l’edizione 2006 porta un esperimento molto interessante.
Ritorna infatti Ludovico Einaudi, che suonerà sul palco della Villa con il portoghese Rodrigo Leão, già con i Madredeus. Ludovico Einaudi è l’artista che ha riportato in primo piano in Italia il pianoforte e la sua forza evocativa, e i suoi dischi e le sue colonne sonore sono un grande successo anche a livello internazionale. Rodrigo Leão ha in comune con Einaudi il lavoro su colonne sonore per il cinema. “Cinema” è anche il titolo del suo ultimo album in studio, che presenta lavori destinati alla settima arte: musica raffinata, dove affiorano echi di fado ed atmosfere sospese sostenute da violino e fisarmonica. Einaudi, che ricordiamo nel 2002 a Villa Arconati in duo con Ballakè Sissoko, suonerà in quartetto con Rodrigo Leão alle tastiere, Celina da Piedade alla fisarmonica e Viviena Toupikova al violino e violoncello.
L’impronta portoghese resta protagonista in Villa per la data di Giovedì 13 luglio, dove canterà Dulce Pontes. Considerata una delle eredi della mitica Amália Rodrigues, anima del fado portoghese, Dulce Pontes ha saputo rivitalizzare questa tradizione musicale grazie ad una voce brillante ed uno stile inconfondibile. Il suo viaggio tra tradizione e innovazione è passato attraverso varie esperienze, ultime delle quali un cd firmato assieme al grande Ennio Morricone - conosciuto a Lisbona sul set di “Sostiene Pereira” - intitolato “Focus”. Il ritorno al suono del fado sarà il protagonista del suo prossimo disco, oltre che dello show in Villa.
La platea del festival di Villa Arconati è abituata ormai alle grandi occasioni, e quella di Lunedì 17 luglio è certamente parte delle date che resteranno nella storia della rassegna. Infatti salirà sul palco il leggendario Morrissey. Cantante e autore “totale” nel suo modo di essere e presentarsi fin di tempi degli Smiths, Steven Patrick Morrissey non è un artista qualsiasi, ma l’artista considerato padre putativo degli ultimi 20 anni del rock inglese. Ma non è solo di luce riflessa che vive il fenomeno Morrissey, bensì anche del grande successo e della meravigliosa riuscita artistica degli ultimi lavori, fino al recente "Ringleader Of The Tormentors", registrato in Italia (Morrissey ha preso casa a Roma) e impreziosito dalla collaborazione illustre del già citato Ennio Morricone.
Per la settima serata, prevista per Mercoledì 19 luglio, il festival apre le porte a Matthew Herbert e Bettye LaVette.
Due nomi di grande qualità per una serata che fa respirare musica lontana dalle promozioni tradizionali e aperta invece alle novità, sperimentali e non. Matthew Herbert è un musicista e produttore che lavora con l’elettronica, inserendo i suoni del vivere quotidiano nelle canzoni che produce, e che poi come deejay fa ballare a migliaia di persone. Nelle sue performance live si ritrovano prodotti da supermercato usati come strumenti o suoni di cortei campionati e trasformati in musica dance, per un insieme mai banale e spesso intelligentemente provocatorio.
Un set sicuramente curioso e importante, come lo sarà quello di Bettye LaVette, che invece canta e interpreta con cuore e passioni uniche il soul più torrido e ispirato che si possa immaginare. Il suo primo album è del 1962, ma solo con il tempo la sua voce è stata riconosciuta come una delle più belle e commoventi della musica nera più “traditional”. E il suo ultimo album "I've Got My Own Hell To Raise", prodotto da Joe Henry, (l'abbiamo visto sul palco di Villa Arconati nel 2004) lo dimostra con una serie di cover di canzoni scritte da Sinead O’Connor, Dolly Parton, Aimee Mann e Joan Armatrading.
Un album dove la sua voce rilegge con originale personalità una selezione di canzoni scelte prevalentemente tra diverse autrici femminili. Brani riflessivi che Bettye fa suoi modificando i testi e reinterpretando il tutto con grande energia e spirito black, un filtro indelebile dalla prima all’ultima nota.
Giovedì 20 luglio a Villa Arconati è in programma una festa, ovvero un concerto della voce africana più amata e importante degli ultimi anni, Youssou N'Dour. Youssou è nato a Dakar, nello storico quartiere della Medina, in una famiglia di griots (cantastorie, personaggi chiave della cultura africana) e fin dall'infanzia ha appreso dalla madre la musica e le canzoni del popolo Wolof.
Il suo debutto sulle scene internazionali, dopo anni di grandi successi in Senegal, avviene nel 1987, quando Peter Gabriel lo vuole in tour con lui. Da allora Youssou è una star acclamata, vincitore di diversi Grammy Awards e presenza fissa negli appuntamenti internazionali come il Live 8 dello scorso anno. Nonostante sia una star internazionale grazie alle collaborazioni con il già citato Gabriel, Sting, Paul Simon e Neneh Cherry, Youssou continua a vivere a Dakar e a produrre cd e cassette in formato specifico per il mercato africano. E questa affezione costante per la sua terra lo fa restare sempre nel cuore di tutti i senegalesi nel mondo, che lo acclamano ad ogni concerto in giro per il mondo e trasformano ogni suo concerto, appunto, in una festa. L’acustico, il sogno, la memoria e il pensiero: sono questi gli elementi che possono raccontare in poche parole la serata di Mercoledì 26 luglio, quando a Villa Arconati si esibiranno Yann Tiersen e Giovanni Allevi.
Conosciuto in Italia e nel mondo per aver composto le musiche del film “Il favoloso mondo di Amélie”, Yann Tiersen è ormai un affermato compositore che ama spiazzare il pubblico cambiando in continuazione.
Il suo ultimo album “Les Retrovailles” è stato registrato in Bretagna, sull'isola di Ouessant, e conferma quell'atmosfera un po’ sognante e malinconica che la soundtrack di Amelie aveva già addosso. Un concerto di Tiersen è un viaggio dentro e fuori le anime dell’umanità, e per percorrere le distanze l’artista utilizza strumenti insoliti e curiosi, come chitarre giocattolo ed l'Onde Martenot, una sorta di tastiera elettrica inventata negli anni 30 in Francia.
Prima di lui sul palco prenderanno forma e sostanza le visioni sonore di Giovanni Allevi, musicista marchigiano che con il suo pianoforte rielabora la tradizione classica europea aprendola alle nuove tendenze pop e contemporanee. Musicista eclettico, Allevi si è esibito in prestigiose rassegne concertistiche di musica classica come in importanti teatri italiani e nei festival di musica rock e jazz. In Villa suonerà i brani del suo ultimo lavoro e qualcosa del prossimo cd, che registrerà in autunno.
La chiusura della diciottesima edizione del festival - Giovedì 27 luglio - è affidata ancora una volta ad un “padre nobile” di Villa Arconati e della canzone italiana d’autore, Ivano Fossati.
Di ritorno su territori più immediati e istintivi con il suo ultimo lavoro “L’arcangelo”, Fossati porta in Villa una selezione di canzoni meno intimiste e riflessive, per dare nuova aria ad un repertorio comunque ricco di grandi racconti sonori. Quindi spazio a brani poco frequentati come “Chi guarda Genova”, “Traslocando” e “Ventilazione” e naturalmente al suo ultimo cd, fra cui brillano comunque ballate intense come “L’amore fa” e “Denny”.
Una chiusura fra impegno e rinnovamento, quello che ci vuole per un festival….. appena maggiorenne.


Il Festival di Villa Arconati, alla sua diciassettesima edizione, è un progetto culturale realizzato grazie alla collaborazione fra i Comuni di Bollate, Arese, Garbagnate Milanese, la Provincia di Milano, la proprietà di Villa Arconati e i sostenitori della manifestazione.
Dall’esperienza del Festival è nato il Polo Culturale “Insieme Groane” che coinvolge, oltre alle Amministrazioni che hanno promosso all’inizio la manifestazione, i Comuni di Lainate, Novate Milanese, Baranzate ed il Consorzio Parco delle Groane. “Insieme Groane” ha permesso di valorizzare altri luoghi (Villa Ricotti di Arese, Villa Borromeo-Visconti-Litta di Lainate, Corte Valenti di Garbagnate, Villa Venino di Novate) e ha promosso nuove manifestazioni culturali.
Nel corso del tempo il Festival ha acquisito un carattere ed una personalità assolutamente unici nell’ambito della provincia di Milano, candidandosi sempre più a divenire uno dei Festival musicali più importanti dell’estate italiana. Tutto questo è dovuto certamente alla qualità delle proposte artistiche che il Festival ha offerto nelle passate edizioni e grazie anche al valore architettonico, ambientale e storico di Villa Arconati, una delle residenze più belle e caratteristiche del Nord Italia.
Nelle edizioni precedenti del Festival di Villa Arconati si sono esibiti musicisti italiani come Gino Paoli, Paolo Conte, Enrico Ruggeri, Ivano Fossati, Enzo Jannacci, Francesco De Gregori, Edoardo Bennato, Fiorella Mannoia, Eugenio Finardi, Ornella Vanoni, Giorgio Gaber, Fabrizio De André, Lucio Dalla, Franco Battiato, Vinicio Capossela, Giorgia, Pino Daniele, Carmen Consoli, Elisa, Massimo Ranieri, Samuele Bersani, Marco Paolini, Enzo Jannacci, Elio e le Storie Tese.
Artisti stranieri quali Dizzy Gillespie, Al Di Meola, Joe Zawinul, Herbie Hancock, Tony Williams, Manhattan Transfer, John Lurie, Joan Armatrading, Ry Cooder, Michael Nyman, Patti Smith, Ottmar Liebert, David Byrne, Dee Dee Bridgwater, Joao Gilberto, Goran Bregovic, Khaled, Cesaria Evora, Compay Segundo, Madredeus, Andreas Vollenweider, Angelique Kidjo, Marc Ribot, Rachelle Ferrell, Cousteau, Noa, Erycah Badu, Cassandra Wilson, Michael Bublé, Steward Copeland, Kraftwerk, Craig David, Sigur Ros.
Musicisti classici come Michele Campanella, etoile della danza come Rudolf Nureyev, Luciana Savignano, Oriella Dorella, Maximiliano Guerra, il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala e tantissimi altri artisti a testimonianza della qualità delle scelte artistiche che da sempre contraddistinguono il Festival.
Il cartellone dell’edizione 2006 prosegue il percorso degli scorsi anni, nel tentativo di rendere Villa Arconati e il suo Festival sempre più un polo di attrazione culturale per la provincia e la città di Milano nell’ambito di una proposta che coniuga al meglio iniziativa pubblica e privata.

BIGLIETTI
PRIMI SETTORI A, B, C, ALTRI SETTORI

29/6 ROBERT FRIPP SOUNDSCAPES & LEAGUE OF CRAFTY GUITARISTS € 25 € 20
6/7 RICCARDO COCCIANTE € 35 € 28
10/7 GOGOL BORDELLO € 20 € 15
12/7 LUDOVICO EINAUDI & RODRIGO LEÃO GUEST: GAROTO€ 20 € 20
13/7 DULCE PONTES € 25 € 20
17/7 MORRISSEY € 35 € 32
19/7 MATTHEW HERBERT - BETTYE LAVETTE € 15 € 15
20/7 YOUSSOU N'DOUR € 20 € 20
26/7 YANN TIERSEN - GIOVANNI ALLEVI € 20 € 20
27/7 IVANO FOSSATI € 30 € 25
Carnet “Arconati” € 200,00
Posto riservato per tutti gli spettacoli
Carnet “Diana” € 42,00
Per tre concerti da scegliere nel calendario (esclusi Cocciante, Morrissey e Fossati) All'acquisto del carnet verranno consegnati i biglietti, con posti numerati, dei tre spettacoli scelti.
Il prezzo del carnet è comprensivo del diritto di prevendita Inizio spettacoli ore 21.30 Apertura biglietteria Festival ore 19.30.
Durante le serate del Festival saranno in funzione due punti di ristoro.

TUTTI I POSTI SONO NUMERATI E COPERTI DA TENDOSTRUTTURA.
INFORMAZIONI

– Numero verde 800 47 47 47
– Serv. Cultura Comune di Bollate - Tel. 02 350 05 575
cultura@comune.bollate.mi.it
www.festivalarconati.it



PREVENDITE Di seguito l’elenco delle prevendite, con relativi indirizzi, che si occuperanno della vendita di abbonamenti e biglietti per il Festival di Villa Arconati 18ª Edizione 2006.
TICKETONE www.ticketone.it
CALL CENTER TICKETONE 899.500.022
costo della chiamata da rete fissa € 0,80 al minuto; scatto alla risposta € 0,103
MILANO C/O SPAZIO OBERDAN – Via Vittorio Veneto, 2 – 02.29536577
MILANO C/O FNAC – Via Torino ang. Via della Palla – 02.869541
CENTRO COMMERCIALE METROPOLI di NOVATE MILANESE. - 02.93003249
Elenco completo punti vendita TicketOne in tutta Italia su www.ticketone.it
TICKET.IT - BOX OFFICE www.ticket.it
PRENOTICKET 02.54271 acquisto telefonico con vaglia/carta di credito
(lun-sab ore 10.00 -17.00)
Milano
RICORDIMEDIASTORES - Galleria Vittorio Emanuele - 02.8690683
LAFELTRINELLI LIBRI E MUSICA - Piazza Piemonte, 2
IL SIPARIO C/O STAZIONE CADORNA - Galleria Commerciale - 02.72002882
Monza c/o RICORDIMEDIASTORES - Via Italia 46 - 039.2301566
Bergamo c/o VIRGIN MEGASTORES - Viale G. Cesare, 14 - 035.236787
Genova c/o RICORDIMEDIASTORES - Via Fieschi, 20R - 010.590195
Torino c/o RICORDIMEDIASTORES - Piazza CNL, 251- 011.5611262
Agenzie BANCA POPOLARE DI MILANO
L'elenco completo delle agenzie che effettuano il servizio di prevendita
su www.insiemegroane.it - tel. 02.35005575
Orario di apertura delle agenzie: lun.-ven. 8.30 - 13.30 / 14.45 - 15.45

COME RAGGIUNGERE VILLA ARCONATI
È previsto un servizio di minibus gratuito per gli spettatori del Festival.
Orari: 20.10 20.55 Stazione FNM Bollate Centro (P.zza C. Marx)
20.15 21.00 Villa Arconati
20.25 21.10 Arese - Centro Commerciale Giada
20.35 21.20 Garbagnate - edicola Stazione FNM
20.45 21.30 Villa Arconati
Rientro a fine spettacolo
In auto:
Villa Arconati è situata a Castellazzo di Bollate, 5 Km a nord di Milano, lungo la S.S. Varesina, tra Bollate, Garbagnate e Arese.


U N A N U O V A I N I Z I A T I V A D E L 2 0 0 6

FINALMENTE DOMENICA
Tre giornate per scoprire arte, cultura e divertimento alle porte di Milano Finalmente domenica è un’iniziativa di Insieme Groane, Polo Culturale di iniziativa pubblica che dopo un decennio di manifestazioni vuole avviare la costruzione di un sistema culturale integrato nell’area nord ovest di Milano. Sistema che sappia coniugare, nell’area limitrofa a Fiera Milano, eventi spettacolari, promozione di beni culturali, incontro fra iniziativa pubblica e privata. Domenica 2 – 9 – 16 luglio 2006
Villa Arconati – Castellazzo di Bollate
Villa Borromeo Visconti Litta - Lainate
Museo Storico dell'Alfa Romeo – Arese
Dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19
(visite guidate dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18)
Special Card 10 euro
Ridotto 5 euro (minori di 14 e maggiori di 65 anni)
Special Card è un pass che per la prima volta ti offre la possibilità di un ingresso con visita guidata alle due ville ed eccezionalmente al Museo Storico dell’Alfa Romeo. La card è utilizzabile nelle tre domeniche di luglio (fino all’8 ottobre a Villa Litta)
Inoltre con Special Card hai diritto a:
- Partecipare agli eventi in calendario nei tre luoghi
- Navetta gratuita di collegamento tra i tre luoghi con partenza dalla stazione FNM di Bollate Centro
- Sconto sul menu dei ristoranti convenzionati
- Inoltre è valido lo sconto del 20% sul biglietto domenicale a/r sulle linee FNM
Special Card è in vendita a Villa Arconati e durante le serate del Festival, a Villa Litta, al Museo dell’Alfa Romeo e presso Associazione Castelli e Ville - P.zza Clotilde,12 – Milano
Info: numero verde 800474747 - www.insiemegroane.it

Saranno presenti le animazioni dell'Associazione “Delitti e delitti”:
A pranzo:
Villa Arconati
“Picnic con delitto nei giardini”
(14 euro - prenotazione consigliata)
Nel pomeriggio:
Villa Borromeo Visconti Litta
“Il Ballo della Vittoria”


I LUOGHI DI FINALMENTE DOMENICA:
Villa Arconati - Castellazzo di Bollate
Costruita tra il 1500 e il 1700, nelle sue sontuose stanze ha ospitato i maggiori esponenti della società milanese e i migliori artisti dell’epoca.
All’interno sono conservati gli affreschi degli scenografi Galliari del 1750 e l’imponente statua del Pompeo Magno risalente al I secolo a.C., ai cui piedi la leggenda narra che fu ucciso Giulio Cesare. L’immenso giardino con i suoi trecento ettari tenuti alla francese è arricchito da fontane con giochi d’acqua, statue e teatri, tanto da conquistarsi l’appellativo di “piccola Versailles”.
Villa Visconti Borromeo Litta - Lainate
La vicenda costruttiva di Villa Litta, prezioso gioiello dell’architettura lombarda, celebrata nel tempo da visitatori illustri, si sviluppa nell’arco di oltre quattro secoli e si intreccia con la vita di tre grandi famiglie della nobiltà milanese che, in epoche successive, fecero ricorso agli artisti più qualificati del tardo-manierismo, del barocco e del neoclassicismo per l’erezione, l’ampliamento e l’abbellimento del complesso. Di grande interesse il Palazzo delle Acque o Ninfeo, costruito nel XVI secolo dall’architetto Martino Bassi e famoso per i suoi giochi d'acqua. Esso è costituito da una successione di sette ambienti e di dodici stanze decorate da Camillo Procaccini.
Museo Storico dell’Alfa Romeo - Arese
Costruito nel 1976, dispone di un’area visitabile di 4800 metri quadrati e ospita oltre 100 automobili e più di venti motori. Attraverso un percorso museale articolato in sei livelli e suddiviso in quattro sezioni, raccoglie tutte le auto che hanno fatto la storia del famoso marchio milanese: i prototipi più affascinanti, i motori per aerei, alcuni modellini di automobili e i numerosi trofei conquistati nei tanti anni di storia. A completamento del percorso museale, una serie di riferimenti ai fatti, al custume e alle persone che sono entrate a far parte dell’albo d’oro dell’Alfa Romeo.


F I N A L M E N T E D O M E N I C A P R E S E N T A :
IL GIARDINO DELLE "MARAVIGLIE" (edizione 2006)
...in fatti se io sapessi descrivere le delizie della Villa di Castellazzo, cose avrei a scrivere degne di maraviglia... Carlo Goldoni, 1 maggio 1751
Per il settimo anno saranno aperti al pubblico i giardini settecenteschi di Villa Arconati. Domenica 2 - 9 - 16 luglio 2006.
Orario di apertura dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Ingresso € 3,00 (gratuito per i minori di anni 14)
Ingresso con visita guidata € 6,00 adulti
€ 3,00 minori di anni 14
Ingresso con Special Card “Finalmente domenica”
€ 10,00 intero - € 5,00 ridotto (minori di anni 14, maggiori di 65)
Presso la biglietteria sarà in vendita la guida storico-artistica “Un giorno al Castellazzo degli Arconati” CONFERENZE: “IL FINITO SFINITO” Mai parola ha dovuto sopportare, tanto pazientemente, il peso del mondo e della durata. Finito è tutto ciò che vediamo, tocchiamo, ascoltiamo, assaporiamo.
Finita è ogni esperienza di fatti, episodi, persone e momenti. Finita è ogni fantasia, come finito è ogni desiderio, ogni impresa, ogni vita. Finito in fondo è quel termine cruciale che ci ricorda che “ogni limite ha la sua pazienza”.
Giuliano Corti
DOMENICA 2 LUGLIO - ORE 10.30
Carlo Sini
Docente di Filosofia Teoretica Università Statale di Milano
DOMENICA 9 LUGLIO - ORE 10.30
Prof. Paolo Rosa di “Studio Azzurro”
Docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano
DOMENICA 16 LUGLIO - ORE 10.30
Prof. Furio Zucco
Presidente della Società Italiana di Cure Palliative
L’ingresso alle conferenze è libero.
Info: N. verde 800 47 47 47 - www.insiemegroane.it

SOSTENITORI DE: IL GIARDINO DELLE MARAVIGLIE
MUSICA IN GIARDINO
Domenica 2 luglio - ore 17.30
Primo Festival Amatoriale
Musiche e Danze delle Groane
A CURA DELL’ACCADEMIA VIVALDI - ISTITUTO MUSICALE “CITTÀ DI BOLLATE”
Un pomeriggio tutti insieme con le musiche e le danze folk, le melodie scozzesi e irlandesi, i cori sacri e spiritual, i menestrelli, i ritmi etnici, i piccoli e grandi appassionati musicisti, cantanti e ballerini dilettanti delle Groane.

Domenica 9 luglio - ore 17.30
2006 MOZART - SCHUMANN
L. TROIANO, VIOLINO - R. DAMASCHI, PIANOFORTE - L. ELLIS BERTINI, SOPRANO A CURA DELL’ ASSOCIAZIONE MUSICALE FLORESTANO - EUSEBIO
Con questo concerto variegato nel programma, che vedrà impegnato il giovane violinista Livio Troiano, la soprano Lucia Ellis Bertini e la pianista Raffaella Damaschi, si vuole festeggiare il 250° anniversario della nascita del grande genio salisburghese e celebrare il 150° anniversario della morte di Robert Schumann, ma soprattutto far arrivare all’ascoltatore una volta di più il messaggio universale della musica di questi due grandi geni.

Domenica 16 luglio - ore 16.00 / 20.00
RED RECORDS 1976/2006 - 30 ANNI DI JAZZ IN ITALIA A CURA DELL’ ASSOCIAZIONE “BOLLATE JAZZ MEETING” La Red Records si è contraddistinta nel corso di trent’anni per l’alta qualità delle sue registrazioni sia dal punto di vista tecnico che artistico. Conosciuta in tutto il mondo, l'etichetta milanese vanta nel suo catalogo la presenza di grandi nomi del jazz internazionale come Joe Henderson, Bobby Watson, Jerry Bergonzi, Cedar Walton, Steve Grossman.
Verranno presentati alcuni dei musicisti che hanno registrato per la Red Records (Piero Bassini & Michele Bozza tra i primi e Luis Agudo & Daniele Di Gregorio tra gli ultimi) con un repertorio che spazia dal Jazz della corrente principale alle contaminazioni fra ritmi Afro Latini, Jazz e contemporaneità.
L’Associazione culturale Laura Ghirardello ha ripristinato ed attivato la “Fontana dei draghi” di Villa Arconati e collabora per l’apertura dei giardini.


NoiBassisti in Villa - terza edizione
The Groove Festival
sabato 22 e domenica 23 luglio 2006
dalle ore 14.30 alle ore 24.00
L’associazione Bollatese presenta la terza edizione del suo evento dedicato al Basso Elettrico.
La rassegna è ormai riconosciuta come la più importante d’Europa, tanto da essere inclusa tra i pochi eventi internazionali supportati dalla prestigiosa rivista statunitense BassPlayer.
Prima grande novità di quest’anno rappresenta l’estensione a due giorni della programmazione, che vede potenziati non solo i live, ma anche l’esposizione strumenti e i momenti di incontro e didattica. In programma concerti di straordinaria levatura che vedranno protagonisti artisti a cui Bollate è già abituata, affiancati da una serie di nuovi ed incredibili ospiti che daranno spicco internazionale all’evento.
SUONERANNO DAL VIVO:
Jeff Berlin Trio feat. Paul Wertico (Path Metheny Group)
Michael Manring
Adam Nitti Band
Bryan Beller (bassista di S. Vai, D. Zappa e M. Keneally)
Felix e Julius Pastorius
Linley Marthe Band
Andrea Lombardini
Lorenzo Feliciati
Pippo Matino trio
E altro ancora…
Ulteriori informazioni su http://www.noibassisti.it
Richiesta di informazioni su info@noibassisti.it

DOMENICA 24 LUGLIO - ore 13.15
In diretta dai giardini di Villa Arconati un’edizione speciale della trasmissione di Radio Popolare: CAMERA A SUD condotta da Eddi Berni.
Con la partecipazione straordinaria del cantautore PACIFICO di cui nel 2006 è uscito l’ultimo lavoro “Dolci frutti musicali”. Pacifico si esibirà in trio acustico.
Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.