Sony Us, passa di mano la responsabilità delle etichette discografiche

Sony Us, passa di mano la responsabilità delle etichette discografiche
“Ribaltone” alla sede centrale americana della Sony: escono di scena due colonne storiche come Don Ienner e Michele Anthony (entrambi in servizio da 18 anni), mentre il ceo tedesco di Sony BMG, Rolf Schmidt-Holtz, promuove Rob Stringer al ruolo di responsabile mondiale di tutte le etichette del gruppo (pare che entrerà in carica a settembre, trasferendosi da Londra a New York, mentre la guida ad interim sarà affidata al chief operating officer Tim Bowen).
Anche Stringer è un manager di provata fedeltà aziendale, in orbita Sony Music da una ventina d’anni. Il suo incarico più recente è stato di presidente e ceo di Sony BMG Music Entertainment. In precedenza è stato a capo della filiale inglese della major: in questo ruolo ha lavorato a fianco di artisti come Terence Trent D’Arby, Paul Young, Prefab Sprout, Sade, Macy Gray e Celine Dion mettendo direttamente sotto contratto, nel 1991, i Manic Street Preachers.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.