EMI, edizioni e discografia crescono oltre gli standard di mercato

EMI, edizioni e discografia crescono oltre gli standard di mercato
La major britannica veleggia tranquillamente al di sopra dei parametri del mercato discografico ed editoriale internazionale: lo ha annunciato il presidente e amministratore delegato Eric Nicoli rendendo pubblici, martedì scorso (23 maggio), i risultati preliminari relativi all’anno finanziario chiuso al 31 marzo: il gruppo EMI lo ha condotto in porto incamerando un aumento del 3,9 % nel fatturato globale (+ 2,1 % a valori costanti, 2.079,9 milioni di sterline), del 12,9 % nei profitti al lordo delle tasse, 159,3 milioni di sterline, e del 15,6 % nei profitti operativi, 145,1 milioni di sterline. Al risultato positivo hanno contribuito sostanzialmente le riduzioni nei costi di gestione e gli introiti derivanti da musica digitale, cresciuti in un anno del 169 % a valori costanti (da 46,9 a 112,1 milioni di sterline, 92,4 affluiti nelle casse della casa discografica e il resto al publishing): “X&Y” dei Coldplay, disco più venduto dell’anno a livello mondiale, è risultato anche il best seller assoluto del 2005 in formato digitale.Tra gli altri successi di stagione la EMI cita gli album di Gorillaz, Keith Urban, Robbie Williams, nomi emergenti come Dem Franchize Boyz, Corinne Bailey Rae e KT Tunstall e hit maker “locali” come Raphael (Francia), Radja (Indonesia) e RBD (Messico).
Il gruppo ha migliorato il suo risultato economico tanto in campo discografico, +1,9 % a valori costanti, che in quello editoriale (royalty fonomeccaniche, diritti di pubblica esecuzione e di sincronizzazione), + 2,6 %, grazie all’amministrazione dei diritti di canzoni di James Blunt, Black Eyed Peas, Eminem, Kanye West e gli emergenti Arctic Monkeys (tutti artisti legati discograficamente ad altre case). Sul fronte discografico, la EMI ha incrementato la sua quota di mercato in tutti i principali territori, Stati Uniti inclusi, e Nicoli cita Francia, Germania e Spagna come i paesi europei in cui la società ha ottenuto i risultati migliori nel 2005: manca dall’elenco l’Italia, ma il nuovo album di Tiziano Ferro è segnalato tra le massime priorità internazionali dell’anno in corso accanto ai nuovi dischi di Janet Jackson, Norah Jones, Joss Stone, KT Tunstall e Robbie Williams.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.