Comunicato Stampa: Arezzo Wave 2006, il programma e tutti gli artisti

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

DALL’11 AL 16 LUGLIO
AREZZO WAVE LOVE FESTIVAL
FESTEGGIA LA VENTESIMA EDIZIONE!
Sui 12 palchi del festival si alternano ospiti italiani e internazionali: un tributo ai Ramones, l’elettronica di Detroit insieme a Diabolik e Petrolini.
237 spettacoli in 6 giorni, con eventi da 20 paesi del mondo

Arezzo Wave Love Festival festeggia quest’anno il XX compleanno dal’11 al 16 Luglio e presenta un cartellone più ricco che mai: i palchi musicali che propongono gruppi dalla mattina alle 10 alla mattina successiva vedranno alternarsi Caparezza, Sinead O’Connor, Daniele Silvestri, Laurent Garnier, Skin e Gianna Nannini, ma anche Mau Mau, Marlene Kuntz, Roy Paci, Greg Dulli, Bandabardò, Carl Craig, Verdena, Baustelle, Africa Unite, Giuliano Palma. Presentano il palco principale del festival Paola Maugeri e Mixo.
Insieme ai nomi più famosi Arezzo Wave propone sul MAIN STAGE, come ogni anno, talenti meno conosciuti nel nostro paese, ma più fortunati all’estero nel tentativo di offrire al pubblico spettacoli sempre di altissimo livello che possano curiosare tra le novità dell’Europa, degli Stati Uniti e di altri paesi. Ed ecco quindi che sul Main Stage si alterneranno le Cocorosie da New York e il duo zZz dall’Olanda, insieme a Baba Zula, gruppo turco o Gogol Bordello dall’Ucraina. O ancora l’indio-inglese Susheela Raman, gli argentini Bersuit, Akli D dall’Algeria, N’Guyen Le dal Vietnam, la norvegese Kaizers Orchestra e i Sunshiners, gruppo di Vanuatu, nel Pacifico del Sud . Da Tokyo per la prima volta in Italia anche i Soil & Pimp Sessions, un gruppo funky-rock estremamente divertente e coinvolgente, famosissimo in Giappone e presente ad Arezzo grazie al gemellaggio con la radio giapponese J-Wave che farà una diretta di 4 ore da Arezzo Wave. Il Main Stage vedrà quest’anno introdotta una novità relativa all’entrata: I concerti cominceranno alle 19.30 e la tradizionale entrata gratuita sarà mantenuta fino alle 21.15. Dopo tale orario è previsto un biglietto di 5 Euro.

Novità anche dai palchi della mattina (WAKE UP STAGE) e del pomeriggio (PSYCHO STAGE) dove a presentare i vari artisti ci sarà Carlo Chicco da Controradio Bari: primo appuntamento mercoledì 12 con un tributo ai Ramones, mitico gruppo punk americano nato esattamente 30 anni fa. Grazie a Marky Ramone e a due gruppi italiani come Super Elastic Bubble Plastic e Hormonauts, sullo Psycho Stage prenderà vita uno speciale concerto-tributo ai Ramones, uno dei più grandi gruppi punk che ha scritto la storia della musica americana.
Wake up e Psycho stage propongono quest’anno il meglio degli artisti italiani in circolazione: grazie anche all’aiuto delle testate musicali che hanno aderito a MEDIA WAVE, iniziativa che coinvolge i giornalisti musicali come propositori di nuove realtà musicali del nostro paese, ad Arezzo si esibiranno tra gli altri Amari (segnalati da ben due testate nazionali!) Hot Gossip (Rock Sound), Ameba 4, Fabri Fibra (Repubblica XL), Freak Antoni, Bugo, Settlefish (Rockit), Marco Parente, Ardecore, Luca Nesti, Cesare Basile, Marco Fabi (Jam), Tinturia, Casa del Vento, Zu, Julie’s Haircut, Marta sui Tubi e molti altri.
Nota a parte per Rezophonic, super gruppo nato per aiutare AMREF che incontrerà il pubblico del Wake Up Stage e la stampa in una conferenza-concerto la mattina del 13 Luglio; o ancora i Fumisterie, vincitori del premio fondazione Arezzo Wave Italia tra gli emergenti dello scorso anno che presenteranno sullo Psycho Stage i brani del nuovo album “Kreuze und Krokodile”. Da segnalare anche Studio Davoli che tornano ad Arezzo da ospiti dello Psycho dopo aver partecipato nel 2002 come vincitori per la regione Puglia.

Largo spazio anche alle realtà emergenti da ogni regione d’Italia. Sono 27 i gruppi che hanno vinto il concorso Arezzo Wave Band tra i 1.903 demo pervenuti e che si esibiranno su Wake Up, Psycho e Main Stage: Noveorenere, Bandog, Miss Fraulein, I Pennelli di Vermeer, Water in face, Elkann Henudo, Acido Balsamico, Thrangh, Eazy Skankers, Suonocaustica, Corni Petar, F.L.A.G., Perplex, Milenalovesick, Slaiver, Jolaurlo, Manigold, Morphia drops, Entourage, Amore, Baby Blue, Geisha, La Pelle, The Mallard, Da.Ri., Snakioplatz, I Tavernicoli.

Le notti di Venerdì 14 e Sabato 15 la parola infine passa a ELETTROWAVE, vero festival nel festival, cuore elettronico di Arezzo Wave. Quest’anno il programma propone 4 sale all’interno del Centro Affari di Arezzo con progetti live e dj set, installazioni interattive e visuali con partecipazioni da tutto il mondo. Padrino delle due notti: Alex Neri che si esibisce con i suoi Planetfunk per una session molto particolare in attesa del nuovo lavoro.
Ospiti d’eccezione della Main Room sono Carl Craig, Jimmy Edgar; DFA Soundsystem con Juan Maclean, Shit Robot e Tim Sweeney; Justice dalla Francia e Krakatoa, side project di Samuel dei Subsonica e di Dj Pisti. Nella Super Room tutta italiana (in collaborazione con Super Rifle), saranno di scena Gaetano Parisio, Markantonio, Rino Cerrone con la nuova scuola napoletana, la giovane Carola Pisaturo e Mario aka Mass. Il sabato si segnala tra le varie esibizioni, la insolita performance tra chitarra e macchine di Signor Andreoni con la straordinaria partecipazione di Jay Haze. Nel palco Different Beat le scene più interessanti del clubbing alternativo: Morgan Geist, Tomboy, Franz and Shape ed Ajello per la serata Confuzed Disco; Grime All Star da Londra; Elliot Lipp e Daedelus dagli Stati Uniti sono solo alcuni degli artisti presenti. Cabaret Electronique, palco dalla forte connotazione live, presenta Who Made Who, The Glimmers, Digitalism e Erbeerdfeld. Sabato proposte speciali di Alex Petit, dei newyorkesi Nervous Cabaret, e i russi Messer Chups. Infine da Berlino Jahcoozi. Si esibisce in questa sala anche Max Well, progetto presentato da radio M2O. Elettrowave non finisce con la musica, saranno infatti presentati i progetti Sonic Cinema, VJ School e le istallazioni vincitrici del concorso Building Interactive Playground.

Completa la programmazione musicale la presenza di POLYPHONIC WAVE, sezione dedicata i cori polifonici e curata dal maestro Lorenzo Donati e l’insieme vocale Vox Cordis.

Insieme ai palchi musicali Arezzo Wave presenta un ricco cartellone anche per CULTWAVE, nome che racchiude tutte le iniziative, sezioni, eventi e interventi non strettamene musicali.

Presso l’anfiteatro romano di Arezzo, bellissima location sede del WORD STAGE, dove gli spettacoli si svolgono all’aperto, sarà possibile assistere a due speciali eventi dedicati alla fantascienza. Grazie alla collaborazione con Fanucci editore, mercoledì 12 nel pomeriggio si svolgerà la tavola rotonda dal titolo “Il futuro della fantascienza” moderata da Sergio Fanucci con, tra gli altri, Tommaso Pincio e Michael Moorcock. Con l’occasione sarà presentato anche il volume “SpaceWave” che raccoglie i racconti vincitori del concorso letterario omonimo. Il giorno successivo altro incontro questa volta sul tema “I costruttori di mondi: Philip K Dick e l’avvento dell’irrealtà” con Isa Hackett Dick e Sergio Cofferati, sempre moderati da Sergio Fanucci.

Ma il Word Stage non ospita solo eventi legati alla letteratura di genere fantascientifico. Venerdì 14 sempre presso l’anfiteatro romano per la sezione COMICSWAVE giornata dedicata a Diabolik in collaborazione con BancaEtruria e la casa editrice Astorina con Mario Gomboli, Giuseppe Palumbo, Alfredo Castelli, Paolo Zaniboni, Tito Faraci e Giuseppe di Bernardo per l’incontro dal titolo “Diabolik: nascita di un antieroe”. Sempre dedicato all’eroe dalla maschera nera dal 30 Giugno al 16 Luglio sarà presente ad Arezzo un’esposizione dal titolo “Diabolik tra scienza e fantascienza”: vedremo riprodotti - con modelli tridimensionali in scala impeccabile - i marchingegni “storici” di Diabolik, dal primo cannone laser alla talpa sotterranea alla Jaguar E-type capace di accorciarsi… e molti altri. La mattina, presso la casa Museo Ivan Bruschi, sarà presentato uno speciale albo di Diabolik con una storia ambienata ad Arezzo Wave. Ancora eventi legati a ComicsWave sono le presentazioni della serie televisiva RATMAN con Leo Ortolani e dell’albo speciale di Max Wave, risultato del concorso per giovani disegnatori ComicsWave. I fumetti quest’anno si spostano anche a Elettrowave per un particolarissimo progetto, Barballon #drink’n’comics affidato alla community SelfComics, che sperimenta on line forme innovative di distribuzione per il fumetto indipendente italiano.

Sabato 16 incontro pomeridiano con la creatività giapponese: non solo manga da Tokyo, ma una cultura fertile di idee e eccezionalità artistiche. Incontro con Andrea Pompilio e con Yuichiro Nakasone della stazione radiofonica giapponese J-Wave. Domenica 16 infine giornata dedicata alla città che ospita il festival: Arezzo. L’anfiteatro romano accoglierà infatti stand, spettacoli, esposizioni, materiali e produzioni delle associazioni culturali della terra aretina. Tra le esposizioni e gli spettacoli aretini ci sarà anche Filippo Timi che presenta una parte del suo spettacolo "la vita bestia" legata al libro pubblicato per Fandango Libri TUTTALPIUMUOIO (scritto a quattro mani con Edoardo Albinati).
Chiudono le tavole rotonde e gli incontri pomeridiani del Word Stage gli spettacoli musicali di Carlo Fava, del duo voce/contrabbasso Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, lo spettacolo dei danzatori Afro Jambo, la piece teatrale “Il Grande Viaggio” di Giuseppe Cederna e Francesco Niccolini. Ancora ospiti del Word Stage sono i workshop e incontri aperti al pubblico di Marco Travaglio, Giuseppe Palumbo, Franco Ricciardiello e Antonio Serra; il reading integrale di Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, le improvvisazione teatrali di Sosta Palmizi, lo spettacolo “Morire dal Ridere”, omaggio teatrale a Ettore Petrolini con Nicola Rignanese.

Per CINEWAVE, sezione interamente dedicata al cinema, Arezzo Wave ha stretto un’importante collaborazione con Fandango. Tra gli eventi legati al cinema si segnala l’incontro con Fausto Paravidino, Stefano Senardi e altri per raccontare "Fandango: oltre il cinema: musica, documentari, editoria". Martedì e mercoledì dedicato alla proiezioni di film tra cui “La Storia del cammello che piange” e “Super size me”. Ancora da confermare la proiezione di “Crossing the bridge - The Sound of Istambul” del regista tedesco (ma turco d'origine) Fatih Akin (lo stesso de La sposa turca). Si tratta di un viaggio musicale tra tradizione e avanguardie intrapreso dal bassista degli Einsturzende Neubauten. Un lavoro bellissimo. Ancora proiezioni, ma dedicate alla fantascienza grazie alla selezione curata dall’Associazione Cineforum 2 con, tra gli altri “Il mostro della laguna nera” (di Jack Arnold); “L’invasione degli ultracorpi” (di Don Siegel); “Esperimento del Dottor K” (di Kurt Newmann).

Altra sezione importante del festival è il doppio appuntamento di SPACEWAVE: si parla di scienza e ufologia. Sabato 15 presso il cinema Eden, Arezzo Wave ospita una giornata a cura di Emiliano Ricci e Mario Menichella dalle Università di Firenze e Pisa con Andrea Carusi, Cristiano Batalli Cosmovici e Simona Righini con mostre, incontri scientifici sull’impatto con la terra, minacce dallo spazio, possibilità di vita nel cosmo, bioastronomia e altri affascinanti temi. Da segnalare l’incontro con Carlo Viberti sul turismo spaziale con la conferenza “Anche tu puoi andare nello spazio!”, nel corso della quale verrà proiettato un video spettacolare sull’attività di turismo spaziale di SpaceLand. Il giorno successivo, domenica 16 Luglio, sempre presso il cinema Eden, incontro sulla parte più misteriosa degli ufo con Mons. Corrado Balducci, Vladimiro Bibolotti, Roberto Pinotti, Giorgio Pattera e Alessandro Sacripanti.

Il cartellone di Arezzo Wave si completa con TEATROWAVE, spettacolo quotidiano alle 12 presso il Teatro Bicchieraia con gli spettacoli “Hic Sunt Leones” di Oscar de Summa, “84.06” della compagnia Santa Sangre e “La Festa della Regina” della compagnia CapoTrave, e CABAWAVE, sezione dedicata al cabaret che ospita la finale del concorso nazionale CabaWave e l’ospite speciale Maurizio Milani.

Si inaugura infine con il ventesimo anno di Arezzo Wave Love Festival, la prima edizione di ARTWAVE: l’onda di Arezzo Wave contagia anche l’arte contemporanea! Verrà infatti presentato CAM (Cantiere artistico mobile), un progetto di arte pubblica caratterizzato da una serie di interventi urbani, installazioni, performances di giovani artisti italiani sparsi nel tessuto cittadino (piazze, parchi, strade, negozi). Parallelamente presso la Sala espositiva Sant’Ignazio sarà allestita una mostra collettiva con i lavori degli artisti invitati a intervenire nel tessuto urbano.

Last, but not least, lo sLove Food di Arezzo Wave continua nel 2006 con una sezione dedicata al dolce. Grazie alla creatività e competenza del giovane cuoco Roberto Abbadati, Arezzo Wave presenta una sezione gastronomica dedicata al dolce dal titolo “The Greedy Rockers Fun Club… sweet dreams ready to eat!” 5 serate a tema dedicate a frutta, crema, alcool, torte e cioccolata.


Tutti i partecipanti, dalla A alla Z

Acido Balsamico (Lazio); Africa Unite (Italia); Afro Jambo (Kenia); Ajello (Italia); Akli D (Algeria - Francia); Al Valenti (Italia); Alessandro Sacripanti (Italia); Alex Neri & Planetfunk (Italia); Alex Petit (Francia); Alfredo Castelli (Italia); Amari (MtvBrand: New/Rumore) (Italia); Ameba4 (Italia); Amore (Toscana); Andrea Carusi (Italia); Andrea Pompilio (Giappone); Antonio Serra (Italia); Ardecore (Italia); Ass. Cineforum 2 (Italia); Baba Zula (Turchia); Baby Blue (Toscana); Bandabardò (Italia); Bandog (Basilicata); Baustelle (Italia); Bersuit (Argentina); Besegher (Italia); Blanche (Italia); Bugo (Italia); Caparezza (Italia); Carlo Chicco (Italia); Carl Craig (Usa); Carlo Fava (Italia); Carlo Viberti (Italia); Carola Pisaturo (Italia); Casa Del Vento (Italia); Cassino & Laben (Italia); Cesare Basile (Italia); Christopher Bauder (Germania); Claudio Marmugi (Italia); Claudio Sinatti (Italia); Cristiano Batalli Cosmovici (Italia); Cocorosie (USA); Compagnia CapoTrave (Italia); Compagnia Santasangre (Italia); Compagnia Sosta Palmizi (Italia); Corni Petar (Lombardia); Da.Ri. (Valle D'Aosta); Daedalus & Elliot Lipp (USA); Daniele Silvestri (Italia); DDG (Italia); DFA Soundsystem (USA); Dissolutio (Tribù) (Italia); Donato Dozzi (Italia); Drifting Media (Italia); Dynit (Italia); Eazy Skankers (Liguria); Electric Moons (Germania); Elkann Henudo (Friuli Venezia Giulia); Emiliano Ricci (Italia); Entourage (Sicilia); Erdbeerdfeld (Germania); Eterea (Ed. Zero) (Italia); Ether (Italia); Ex-Otago (Rockol/Rockoff) (Italia); Eye Witness (Aspettando Arezzo Wave) (Italia); Ezra (Italia); Fabri Fibra (Repubblica XL) (Italia); Fabio Della Torre (Italia); Fandango (Italia); Fausto Paravidino (Italia); Film in collaborazione con Fandango: “Texas” (di Fausto Paravidino); “La storia del cammello che piange” (di Byambasuren Davaa e Luigi Falorni), “Supersize me” (di Morgan Spurlock). “Dogtown and the Z-boys” (di Stacy Peralta); “Riding Giants” (di Stacy Peralta); “L’ignoto spazio profondo (di Werner Herzog); “Crossing the bridge - The Sound of Istambul” (di Fatih Akin) tbc; Film di fantascienza: “La “cosa” da un altro mondo” di Christian Nyby); “Ultimatum alla terra”; (di Robert Wise) “Il mostro della laguna nera” (di Jack Arnold); “L’invasione degli ultracorpi” (di Don Siegel); “Il Pianeta proibito” (di Fred Mac Leod Wilkox); “Radiazione BX: distruzione uomo” (di Jack Arnold); “Esperimento del Dottor K” (di Kurt Newmann); Filippo Timi (Italia); Flag (Marche); Francesco Niccolini (Italia); Franco Ricciardiello (Italia); Franz & Shape (Italia); Fumisterie (Italia); Gaetano Parisio (Italia); Ge&Fla (Italia); Geisha (Trentino Alto Adige); Gianna Nannini (Italia); Giorgio Pattera (Italia); Giorgio Santucci (Italia); Giuliano Palma & the Bluebeaters (Italia); Giuseppe Cederna (Italia); Giuseppe di Bernardo (Italia); Giuseppe Palumbo (Italia); Glimmers (Belgio); Gogol Bordello (Ucraina - USA); Greg Dulli And The Twilight Singers (USA); Grime Allstars (Gran Bretagna); Guignol (Il Mucchio Selvaggio) (Italia); Horny Chicken (Francia); Hot Gossip (Rock Sound) (Italia); I Licaoni (Italia); I Pennelli Di Vermeer (Campania); I Tavernicoli (Veneto); I Qgini (Italia); IED, Istituto Europeo del Design (Italia); Ilaria Pastore Trio (Radio Popolare) (Italia); Isa Hackett Dick (USA); Ivan Iusco (Italia); Le Barnos (Italia); Jahcoozi (Germania); Jimmy Edgar (USA); Jolaurlo (Puglia); Julie's Haircut (Italia); Justice (Francia); Karl D. D. Willis (Nuova Zelanda); Kaizers Orchestra (Norvegia); Kaplan Project (Italia); Kaos feat. Moddi MC & DJ Trix (Italia); Kinotek (Italia); Krakatoa (Italia); La Pelle (Trentino Alto Adige); Laurent Garnier & Bugge Wesseltoft Feat. Philippe Nadaud (Francia+Norvegia); Leo Ortolani (Italia); Light Tracer (Nuova Zelanda); Luca Genovese (Italia); Luca Nesti (Italia); Manigold (Puglia); Marco Bellotti (Radio Wave) (Italia); Marco Fabi (Jam) (Italia); Marco Parente (Italia); Marco Travaglio (Italia); Markantonio & Rino Cerrone (Italia); Marky Ramone (USA); Mario - Dsp (Italia); Mario Menichella (Italia); Marlene Kuntz (Italia); Marquez (Radio Rock Fm) (Italia); Mario Gomboli (Italia); Marta Sui Tubi (Italia); Mau Mau (Italia); Maurizio Milani (Italia); Max Well (M2O) (Italia); Messer Chups (Russia); Michael Moorcock (Gran Bretagna); Microhouse (Italia); Milena Lovesick (Piemonte); Miss Fraulein (Calabria); Mixo (Italia); Modulate Crew (Italia); Mons. Corrado Balducci (Italia); Morgan Geist (USA); Morphia Drops (Sardegna); N`Guyen Le (Francia - Vietnam); Nervous Cabaret (USA); Nice Guys (Italia); Nicola Rignanese (Italia); Noidellescarpediverse (Italia); Nonzeta (Chitarre); Noveorenere (Abruzzo); Oscar De Summa (Italia); Pablo Echaurren (Italia); Paola Maugeri (Italia); Paolo Zaniboni (Italia); Pay + "Freak" Antoni (Italia); Perplex (Molise); Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (Italia); Plaid (Italia); Praticabili (Freequency); Radiotaxi 24H (Italia); Rezophonic (Italia); Roberto Abbadati (Italia); Roberto Pinotti (Italia); Romina Daniele (Insound) (Italia); Roy Paci & Aretuska (Italia); Satellite Inn (Rockstar) (Italia); SelfComics (Italia); Sergio Cofferati (Italia); Sergio Fanucci (Italia); Settlefish (Rockit) (Italia); Signor Andreoni (Italia); Simona Righini (Italia); Simon Panella (Italia); Sinead O` Connor (Irlanda); Skin (Gran Bretagna); Slaiver (Piemonte); Snakioplatz (Veneto); Soil & Pimp Sessions (Giappone); Stefano Bellani (Italia); Stefano Senardi (Italia); Studio Davoli (Italia); Sunshiners (Vanuatu); Suonocaustica (Lombardia); Super Elastic Bubble Plastic (Italia); Susheela Raman (Gran Bretagna - India); The Hormonauts (Italia - Gran Bretagna); The Mallard (Umbria); Thrangh (Lazio); Tinturia (Italia); Tito Faraci (Italia); Tommaso Pincio (Italia); Tomboy (Belgio); Verdena (Italia); Visualab (Italia); VJ Central (Italia); Vladimiro Bibolotti (Italia); Vox Cordis (Italia); Water in face (Emilia Romagna); Who Made Who (Belgio); Wrong Plug (Italia); Yaniv Steiner and Ofer Luft (Irlanda); Yuichiro Nakasone (Giappone); Zu (Italia); zZz (Olanda).
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.