Comunicato Stampa: Beppe Stanco presenta 'Cinemascope' al Musicultura Festival

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

BEPPE STANCO

al Musicultura Festival presenta il brano “Cinemascope”

L’artista pugliese, attualmente impegnato nella lavorazione del suo primo album è fra i 16 finalisti partecipanti all’edizione 2006 di Musicultura Festival (già Premio Recanati) che si svolgerà il 23-24-25 giugno 2006 all’Arena Sferisterio di Macerata (in diretta su Radio 1 Rai).
Beppe Stanco è stato scelto con il brano ‘Cinemascope’ ed i finalisti sono stati presentati lo scorso 6 aprile in anteprima nazionale al Teatro Filippo Marchetti di Camerino.
I sedici brani andranno a far parte del cd compilation del Festival.

Il singolo “Cinemascope” è attualmente in rotazione nelle radio e contemporaneamente è stato realizzato un videoclip molto suggestivo, dalle atmosfere mediterranee, girato completamente in bianco e nero. Il video, che vede la partecipazione dell’attrice Vanessa Gravina, è in programmazione sui principali network televisivi (Match Music, Videoitalia, All Music etc..) nonché visibile sul sito ufficiale dell’artista www.beppestanco.it

Beppe Stanco (Beppe Gallicchio) nasce in Puglia, regione ricca di talenti artistici e precisamente a Foggia il 16 maggio del 1979.
Inizia a suonare da giovane, quando la sorella gli regala a quindici anni una chitarra, appassionandosi subito al blues ed allo swing ma col tempo cresce l’amore per la musica italiana e le sue melodie: nascono quindi le prime canzoni fatte di “due accordi e senza ritornello…”. All’età di vent’anni fa l’animatore prima nei villaggi turistici del Gargano, poi viaggia un po’ per tutta Italia dalla Sardegna, alla Calabria, all’Abruzzo, diventando addirittura il responsabile di intere strutture.
E’ con queste esperienze che i suoi testi e le sue musiche si colorano di una solare ironia che gli permette di delineare dei mondi molto personali.

Successivamente vive a Roma, Milano ed in provincia di Pescara dove coltiva un’altra grande passione, tipica di chi ama comunicare con la gente: la radio e proprio in quegli anni conduce un programma in una piccola emittente locale. Nel 2005 pubblica un primo singolo dal titolo “Nato Stanco”, con la collaborazione di Nando Sepe, già produttore di Anna Oxa, Patty Pravo, Mia Martini, e prende parte a diverse manifestazioni partecipando anche alla Finale del Cantagiro 2005.

Nel dicembre 2005 è alle selezioni finali di Sanremo Giovani 2006 con la canzone “Cinemascope” realizzata insieme a Mauro Paoluzzi, brano col quale si piazza all’11esimo posto, primo degli esclusi insieme a Maria Pierantoni Giua.
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.