Snoop Dogg bandito dalla Gran Bretagna

Snoop Dogg bandito dalla Gran Bretagna
Snoop Dogg non potrà più mettere piede in suolo britannico. La drastica decisione arriva dopo la rissa scoppiata all’aeroporto di Heathrow il mese scorso (vedi News), dove il rapper e il suo entourage avevano vivacemente e violentemente protestato per l’esclusione dalla vip lounge della British Airways. Nonostante inizialmente Snoop Dogg sia stato solo ammonito dalla polizia e successivamente bandito dai voli della compagnia di bandiera britannica, ora le autorità, dopo averlo interrogato ed indagato sul suo conto, hanno deciso d’allontanarlo per sempre dalla loro terra. A quanto pare, a pesare su questa drastica decisione, sarebbe stata la fedina penale non proprio immacolata dell’artista negli Stati Uniti. Questo provvedimento costerà parecchio al rapper che perderà milioni tra concerti e apparizioni nel Regno Unito.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.