Kelly Rowland (Destiny’s Child): slitta il CD e non è figlia di Mathew Knowles

L’album di Kelly Rowland, atteso nelle rivendite durante il prossimo mese di luglio, è stato rimandato all’inizio del prossimo anno. Il CD, “My story: Kelly Rowland”, è ora come dato in uscita entro la fine del marzo 2007. Mathew Knowles, padre di Beyoncé, ex manager delle Destiny’s Child e manager di Kelly, ha affermato che il ritardo è strategico perché così, quando sarà pubblicato, l’album potrà contare “sulle sinergie conquistate dai suoi altri progetti”.
C’è parallelamente, su altro versante dell’informazione, da registrare una smentita: Kelly ha negato con forza le recenti voci secondo le quali sarebbe figlia di Mathew. “Queste voci sul fatto che io sarei la figlia biologica del padre di Beyoncé sono sporche bugie”, ha affermato la cantante. “Mi chiamo Kelendria Trene Rowland e sono andata ad abitare a casa di Mathew e della sua famiglia all’età di undici anni perché la situazione dei miei genitori era terribile”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.