Francia, il Senato esprime un no definitivo alla norma 'anti Apple'

Al termine di accese discussioni e con una maggioranza piuttosto risicata (164 voti a favore, 128 contrari e 35 astenuti) il Senato francese ha approvato la nuova legge sul copyright apportando alcuni emendamenti sostanziali al testo votato nel marzo scorso dall’Assemblea Nazionale, l’equivalente della nostra Camera dei Deputati.
I senatori francesi, come Rockol ha già avuto modo di riferire (vedi News), hanno stoppato la norma più controversa contenuta nel nuovo progetto di legge: quella che voleva imporre alle piattaforme digitali (e in primis all’iTunes Music Store della Apple) di rendere universali i loro codici di protezione così da consentire ai consumatori di ascoltare la musica acquistata su Internet su qualunque tipo di riproduttore digitale. La discussione in aula ha anche portato a rinforzare la clausola che introduce multe da 300 mila euro e pene detentive fino a tre anni a carico di chi crea programmi software finalizzati al file sharing di materiale protetto dal diritto d’autore.
Il compito di omogeneizzare i due testi spetta ora a una commissione interparlamentare composta da sette deputati e altrettanti senatori, la cui prima riunione dovrebbe avere luogo il 30 maggio.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.