Comunicato Stampa: Sound Res, festival di musica contemporanea

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

dal 13 al 23 giugno 2006
Salento
Info 0832303707

SOUND RES. 2006
L’influenza della tradizione africana nelle culture musicali americana ed europea

Il batterista dei Wilco Glenn Kotche e il percussionista canadese Paul Guergarian affiancheranno il direttore artistico David Cossin nella terza edizione della residenza del suono organizzata da Loop House Gallery e Cooperativa Coolclub

Una occasione di vacanza/studio nel Salento, una opportunità di confrontarsi con musicisti di livello internazionale: dal 13 al 23 giugno Loop House Gallery e Coolclub presentano la terza edizione di Sound Res, summer school, residenza artistica e festival di musica contemporanea a cura di David Cossin e Alessandra Pomarico, che rientra nel festival Salento Negroamaro, rassegna delle culture migranti della Provincia di Lecce, dedicato in questa sesta edizione all’Africa con la partecipazione, tra gli altri, dei musicisti Femi Kuti, Tambours De Brazza, Dobet Gnaore, Valerie Belinga e Youssou N’Dour.

Il batterista statunitense di Wilco, Jim O'Rourke Band, On Fillmore e Loose Fur Glenn Kotche e il percussionista canadese Paul Guergarian affiancheranno il direttore artistico David Cossin (uno degli artisti emergenti della scena underground di New York, che ha suonato e registrato con Bang on a Can All-Stars, Steve Reich and Musicians, Philip Glass, Thurston Moore (Sonic Youth), Bo Didley e molti altri e ha collaborato con il premio Oscar Tan Dun per la realizzazione della colonna sonora del film La tigre e il dragone) in questa residenza internazionale sul suono incentrata quest’anno sull’influenza della tradizione africana nelle culture musicali americana ed europea.

Gli strumenti a percussione riflettono l’incrocio di musiche e culture e il superamento dei confini geografici. Le percussioni sono strumenti essenziali presenti in ogni società. Come per il canto, la creazione del ritmo è insita nel corpo stesso, il pulsare del cuore o del sistema circolatorio, e il battito delle mani sono le prime fonti sonore percettibili da un essere umano. Le percussioni sono strumenti affascinanti per via della loro incredibile varietà, per la loro qualità tattile e visiva, per la prossimità che serbano con il mondo naturale e per le infinte possibilità di invenzioni formali, per le diverse combinazioni possibili attraverso l’uso delle tecnologie.

L’articolato programma di Sound Res prevede una serie di workshop gratuiti e aperti a musicisti di tutta Italia (dal 13 al 21 giugno), incontri e seminari, un concerto introduttivo durante il quale i musicisti si presenteranno (giovedì 15 giugno), una intensa settimana di prove che condurranno a due concerti evento, due prime mondiali della Sound res band (giovedì 22 e venerdì 23 giugno).

Nel corso della manifestazione i musicisti internazionali e alcuni artisti locali (specializzati nel suono del tradizionale tamburello) collaboreranno in un’esperienza di full-immersion, creando, scambiando, vivendo con dei ritmi diversi, nel contesto ospitale e conviviale di San Cesario di Lecce, una piccola città nel sud dell’Italia. L’insolita riunione di musicisti diversi, provenienti da diverse esperienze e formazioni è infatti, nell’idea degli organizzatori, un’opportunità unica per le nuove idee, sonorità, performance che nascono e si fondono.

Inoltre musicisti provenienti dal Senegal, dal Gambia, dal Ghana e da molti altri paesi Africani ma residenti nel Salento parteciperanno al programma e alla residenza, ai workshop e agli incontri di studio aperti agli studenti, al pubblico, alla comunità. Questo è un tentativo di superamento della visione occidentale in cui la musica è fatta da professionisti, per sposare una visione africana in cui tutti i membri della collettività suonano, cantano e danzano.

David Cossin, Glenn Kotche, Paul Guergarian rappresentano quella generazione di musicisti americani che hanno allargato la propria formazione classica allo studio di tradizioni altre, attraverso grandi maestri residenti a New York e Chicago. In particolare Paul Guergarian combinerà lo studio dei tamburi a cornice e delle tecniche presenti nel Nord Africa (ma che si spingono fino al medio Oriente) con l’integrazione del djambé e della musica dell’Africa Occidentale nelle composizioni contemporanee (pensiamo a Drumming di Steve Reich, scritto all’indomani di un viaggio del compositore in Ghana); Glenn Kotche illustrerà le possibilità della batteria (strumento nato in America in conseguenza della influenza africana) nelle sue declinazioni jazzistiche e sperimentali. David Cossin indagherà sull’uso delle tecnologie, funzionale ad una visione rivolta all’Africa, che ha insegnato a ricavare gli strumenti con gli elementi a portata di mano nel contesto d’origine.

Gli incontri sono organizzati in collaborazione con il Conservatorio di Lecce, l’Accademia di Belle arti di Lecce, l’Università degli Studi di Lecce, in particolare con il corso di Laurea in Beni Musicali, e con la Fondazione Rico Semeraro.

Nelle precedenti edizioni Sound Res ha ospitato il chitarrista newyorkese Mark Stewart, il contrabbassita latin/jazz/classico Gregg Agoust, il chitarrista classico/rock Brice Dessner, il sound designer e compositore David Sheppard, il cantante sperimentale, compositore, performer Theo Blekmann, il cantante tradizionale Madan Gopal Sing, il violinista Padma Newsome, The National e i salentini Cesare Dell'Anna, Mauro Tre, Luca Tarantino, Daniele De Rossi, Pierpaolo Leo, Urkuma, Dee Jay Trinketto, Opa Cupa e Zina.

Sound Res è anche produzione audiovisiva, sonora, e letteraria, archivio di suoni, immagini e parole. Nel corso del festival sarà infatti presentato il documentario realizzato nella scorsa edizione, diretto da Ippolito Chiarello e prodotto dalla Prometeo Video di Silene Mosticchio.

Anche quest’anno è prevista la registrazione di un cd, di un videoclip musicale e la pubblicazione di un diario che testimoni dell’unicità di questa esperienza su territorio regionale e nazionale.

Per informazioni e iscrizioni

Cooperativa Coolclub
0832303707 – ufficiostampa@coolclub.it

Loop House Gallery
0832-20 5583 - alessandrapomarico@yahoo.it

Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.