File sharing, BearShare paga 30 milioni di dollari di danni e chiude

File sharing, BearShare paga 30 milioni di dollari di danni e chiude
Dopo i2Hub, WinMX e Grokster (vedi News) anche BearShare alza (volontariamente) bandiera bianca: la società che distribuisce il popolare software finalizzato al file sharing non autorizzato, Free Peers Inc., ha accettato di pagare all’organizzazione dei discografici RIAA la somma di 30 milioni di dollari a titolo di risarcimento così da evitare un’azione legale per violazione dei copyright. I titolari dell’impresa, Vincent Falco e Louis Tatta, hanno anche promesso di interrompere immediatamente l’attività, di non allestire in futuro servizi analoghi e di vendere infrastrutture e know how tecnologico, database clienti, marchio e dominio Internet a iMesh, la società newyorkese ex fuorilegge che dopo aver pagato all’industria oltre 4 milioni di dollari di danni si è rilanciata dall’anno scorso come servizio di musica digitale legale (vedi News).
L’accordo extragiudiziale tra RIAA e BearShare deve ora essere approvato dal giudice. Intanto restano in sospeso i conti tra l’industria e gli altri quattro servizi p2p a cui la federazione americana dei discografici ha intimato per lettera, l’anno scorso, di cessare l’attività (Warez P2P, LimeWire, eDonkey e Soulseek); presso la Corte Distrettuale di Los Angeles, nel frattempo, è sempre pendente la causa contro KaZaA e Morpheus (vedi News).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.