Zucchero: «Conquisterò gli Usa con la melodia italiana»

Zucchero: «Conquisterò gli Usa con la melodia italiana»
All’ora di pranzo, Zucchero non mostra alcuna tensione "da concerto". Senza la "mise" da rockstar (occhiali neri e cappello), ricorda molto il giovane che negli anni ’80 si apprestava a prendere il volo nelle classifiche italiane e straniere. Anzi, una delle cose di cui più si rammarica è di come la gente lo vede dopo il famoso, e più volte replicato, momento di rabbia a "Striscia la notizia". «Professionalmente, non mi ha toccato. Disco e concerti sono piaciuti. Certo che moralmente mi ha ferito. Non conoscevo questo Valerio Staffelli, mi ha fatto girare i maroni, e allora, in una situazione che ritenevo quasi confidenziale dopo l’intervista, mi sono espresso come si esprime una persona alterata». Ma il cantante ritrova il sorriso quando comincia a snocciolare tutti gli impegni e le soddisfazioni che lo attendono. Su impulso di Miles Copeland (fratello di Stewart, l’ex Police) un suo album in italiano uscirà nel difficilissimo mercato Usa; si intitolerà "Overdose d’amore". Interessante confrontare la strategia di conquista degli States, con un album che dovrebbe essere costituito dai suoi brani più melodici e "italiani", con la scaletta preparata per il pubblico di Imola, che si apre all’insegna della lingua inglese (di seguito, "You make me feel love", "Forever your man", "Back to you").
A ottobre poi uscirà l’album di duetti realizzato da Tom Jones che vede Zucchero come ospite, per una versione a due di "She drives me crazy" dei Fine Young Cannibals. E a breve termine lo attendono numerosi altri eventi, tra i quali un concerto a Kiev con gli Aerosmith e il "Michael Jackson & friends" di Monaco. «Canterò due brani: "Il volo" e "Blu". Nessun duetto, però: sembra che non ne sia previsto nessuno, in tutta la serata». Per quanto riguarda il concerto di questa sera, «Saranno due ore e un quarto circa, con poche ballate e parecchi pezzi tirati. Ho rispolverato anche qualche brano che non facevo da anni, tipo "Hey man"». Ce ne sarebbe abbastanza per un album live, ma pare che sia già registrato e in attesa di uscire. «L’ho registrato in Olanda, in un posto con un’acustica splendida: il Paradiso di Amsterdam. Infatti sto pensando di intitolarlo "Dal vivo in Paradiso"». Gli chiedono degli artisti presenti all’Heineken Jammin’ Festival; «Purtroppo domani ho un impegno e non potrò esserci, ma vedrei davvero volentieri gli Skunk Anansie. Hanno un’energia incredibile. Ho già incontrato Skin, abbiamo fatto insieme un festival in Germania. E’ incredibile come cambi personalità quando è sul palco: mentre mangiavamo insieme era la persona più tranquilla del mondo».
Dall'archivio di Rockol - racconta il tour di "Black cat" e il ritorno all'Arena
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
23 apr
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.