Usa, Warner incoraggia i negozi di dischi a passare al digitale

Attraverso il braccio commerciale WEA Corp., la Warner americana tende una mano ai negozi di dischi indipendenti che decidono di abbracciare la musica digitale. La major ha firmato un accordo con tre organizzazioni rappresentative di categoria, Coalition of Independent Music Stores, Association of Independent Media Stores e Music Monitor Network, i cui aderenti avranno accesso al suo catalogo digitale per la vendita sotto forma di download, arricchito in alcuni casi da bonus track, videoclip e booklet “interattivi”. Non solo: il suo partner “tecnico” B3 Corp., fornitore di servizi commerciali diretti al consumatore, ha sviluppato una piattaforma che potrà essere impiegata dai negozi anche per vendere brani di artisti privi di contratto discografico e registrazioni di esibizioni dal vivo tenute presso lo stesso punto vendita.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.