Comunicato Stampa: 'Lune Nuove… a Calamandrana' tra musica e gastronomia

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Lune Nuove… a Calamandrana
Quattro grandi appuntamenti tra vino, gastronomia e musica nel suggestivo borgo del Monferrato Astigiano

Sabato 6 maggio, ore 18,00
Il Cotto alle 18

Una serata goliardica in compagnia del salame cotto e del Barbera d'Asti. Con la musica folk-rock dei valdaostani Rara Avis

L’EVENTO

La Luna, con i suoi cicli, i suoi influssi, il suo fascino ed il suo mistero, è da sempre protagonista assoluta in quel ‘calendario naturale’ rappresentato dall’alternarsi delle varie stagioni dell’anno. Per celebrare degnamente questo astro così lontano ma così vicino alla nostra cultura, il Comune di Calamandrana (At), in collaborazione con l’Associazione Culturale Monferrànima e con la Bottega del Vino di Calamandrana, propone a partire da questa primavera un nuovo evento a cadenza fissa, il primo sabato di ogni mese (quasi a combaciare idealmente con la nascita della ‘luna nuova’!), che va ad aggiungersi alla già ricca offerta locale di manifestazioni.
Obiettivo principale di ‘LUNE NUOVE… A CALAMANDRANA’ (questo il titolo dell’evento) è la promozione del vasto patrimonio vinicolo e gastronomico di Calamandrana, nel cuore dell’Alto Monferrato Astigiano, che ha trovato nella Bottega del Vino (la vetrina del territorio da poco situata nei locali dell’ex-stazione ferroviaria) il necessario punto di riferimento. Fulcro dell’evento, che si svolge dal tardo pomeriggio alle prime ore della sera, sarà un vero e proprio ‘aperitivo itinerante’, che - ogni volta in un luogo differente del paese - accompagnerà i pregiatissimi vini locali dei produttori di Calamandrana, gioiello del panorama enologico del Monferrato, e le prelibate specialità gastronomiche del paese con una serie di spettacoli di musica d’autore all’insegna della sorpresa, dell’improvvisazione, del mistero e della goliardia!

Ben quattro gli appuntamenti della prima edizione di ‘Lune Nuove’. Per divertire ed accattivare ulteriormente l’attenzione del pubblico, si è deciso di intitolare ogni serata in maniera diversa, puntando l’attenzione sugli abbinamenti e non mancando di sottolineare l’aspetto ‘divertente e conviviale’ sotteso al rapporto cibo-vino-spettacolo.

UNA SERATA CON… IL SALAME COTTO

I primi tepori primaverili saranno l’occasione per una serata goliardica in cui andrà in scena la celebrazione del salame cotto, vanto della tradizione salumiera locale, vero e proprio trionfo aromatico e gustativo, che sarà degnamente accompagnato dal pane casereccio e dalla piadina! Durante la serata, poi, il ‘cotto’ si sposerà in un matrimonio dei sensi con il vino Barbera d’Asti proposto dalle cantine dei produttori di Calamandrana.

IL CONCERTO: RARA AVIS

Protagonisti sul palco di Piazza Dante i RARA AVIS, quotata formazione folk-rock originaria di Aosta, autrice di due album di standard internazionale (‘Life Of A Homeless’ e ‘Rara Avis’) ed in procinto di conquistare anche le platee americane. La loro performance, vulcanica e scatenata, avrà come catalizzatore la splendida voce di Elisa Ansermin, che non ha davvero nulla da invidiare alle più quotate voci femminili del mercato anglofono.

Originari di Aosta ma proiettati musicalmente verso l’Europa, i Rara Avis nascono nei primi anni Duemila proponendo una gustosa mescolanza di brit-pop e folk-rock, che trova il suo trait d’union nella versatile voce madrelingua inglese di Elisa, perfettamente inserita nel contesto di un gruppo di musicisti italiani. Accolti da un grande ed imprevisto successo che ha fatto della band la realtà musicale più conosciuta della Valle d’Aosta, i Rara Avis, dopo la partecipazione a numerose rassegne e festival (dal ControFestival di Castagnole Lanze a Tavagnasco Rock, fino al Festival di Saint Vincent) e la pubblicazione del cd singolo ‘Friends’, nel 2004 hanno quindi dato alle stampe per l’etichetta riminese Dabliu Sound ‘Life Of A Homeless’, promettente esordio sulla lunga distanza con 8 brani originali ed una delicata cover di ‘Father & Son’ di Cat Stevens, ripubblicato nel 2006 in una nuova versione ampliata per il mercato internet. Il secondo album della band, ‘Rara Avis’, è in uscita nei primi mesi del 2006.

Dopo l’eccezionale anteprima del 22 aprile e la serata del 6 maggio, gli appuntamenti di ‘Lune Nuove’ del 3 giugno e del 1° luglio giocheranno sulle tematiche ‘Battuta & Battute’ e ‘Dulcis in Fundo’. Colonna sonora e ‘piatto’ principale di ciascuna serata altri due nomi da tenere d’occhio della musica italiana: i CIANSUNIER e i ROCCAFORTE. Due appuntamenti da non perdere!

LA BOTTEGA DEL VINO

Da poco tempo ospitata nei suggestivi locali della vecchia stazione ferroviaria (in Piazza Martiri della Libertà), la Bottega del Vino di Calamandrana, gestita dai soci dell'Associazione Culturale Monferrànima, è aperta tutti i sabati e le domeniche dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 18,30. All'interno di essa è possibile degustare ed acquistare il meglio della produzione enologica del comune di Calamandrana e delle sette aziende vitivinicole aderenti. Il visitatore ha inoltre la possibilità di approfondire la conoscenza del territorio e reperire tutte le informazioni turistiche relative alla ricettività, all'arte, alla cultura, all'enogastronomia ed al paesaggio naturale di Calamandrana e dell'Alto Monferrato Astigiano. Uno spazio importante, infine, è dedicato all'arte in tutte le sue forme, periodicamente protagonista di mostre, eventi e serate a tema.
Vetrina dei prodotti locali, ufficio turistico, centro culturale: tutti elementi che fanno della Bottega del Vino di Calamandrana una tappa obbligata in ogni viaggio nel territorio monferrino.

CALAMANDRANA, UN BORGO NEL VERDE

Il territorio comunale di Calamandrana si trova, da un punto di vista geografico, in una posizione strategica, naturale crocevia tra le zone del Monferrato e delle Langhe.
Le terre che oggi costituiscono il Comune di Calamandrana furono abitate nell'antichità da popolazioni di origine Celtica, i Liguri, sconfitti versi il 200 a.C. dai Romani: dopo la caduta dell'Impero passarono a far parte dei possedimenti del Marchesato del Monferrato per un limitato periodo di tempo (inizio secolo XII).
A testimonianza del passato storico di Calamandrana svetta il grande Castello dei Cordara (di proprietà privata) posto a dominio dell'antico borgo e della vallata, unico rimasto dei sei esistenti sulle colline.
Altra importante testimonianza artistica è data dalla Chiesa di San Giovanni delle Conche, costruita in stile gotico, caratterizzata da unabside romanica risalente all'anno 1000.
Tra i più illustri cittadini calamandresi si ricorda l'Abate Giulio Cesare Cordara (1704-785), poeta storico e filosofo che scrisse il poemetto in versi "Il Fodero" da cui pare aver preso spunto Alessandro Manzoni per i "Promessi Sposi".

Calamandrana appartiene al territorio dell’Alto Monferrato Astigiano. La parte Nord solcata dal torrente Belbo è pressoché pianeggiante, mentre la parte Sud si presenta collinare e simile nell'aspetto ad altre zone di Langa.
La pianura con i suoi insediamenti produttivi è il punto di forza economico del paese. Ma è sulle colline, tra vigneti, boschi, pascoli e vallette, che l'escursionista osservatore può trovare piacevoli sorprese: lembi boschivi, siepi-rifugio per la fauna selvatica, acque limpide come quelle del Rio "Rocche Lunghe", che scorre tra imponenti pareti verticali e dove la fitta vegetazione, caratterizzata da equiseti, pioppi, carpini, farnie, ontani, fa pensare ad una foresta primordiale.
Numerosi e possibili, dunque, gli itinerari che le colline ed il paesaggio di Calamandrana offrono al turista. La naturale forma delle sue colline e la bellezza del paesaggio ad esse circostante, rendono suggestivo qualsiasi percorso si voglia intraprendere alla scoperta degli angoli più nascosti di Calamandrana.

Vasta e variegata l’offerta di prodotti tipici della zona. In primis il vino, prodotto principe di queste terre, coltivato e prodotto dalle aziende agricole residenti sul territorio. Notevole la scelta di vini che si possono acquistare nella rinnovata Bottega del Vino, situata nei locali dell’ex-stazione ferroviaria: Barbera, Brachetto, Cortese, Dolcetto, Freisa, Grignolino e Moscato. I risultati ottenuti sono eccezionali: ottimo il livello dal punto di vista della genuinità unitamente al riscontro favorevole.
Da non tralasciare le barbatelle (piantine di vite) e il bollito, orgoglio della gastronomia locale: questi due prodotti vengono annualmente celebrati, insieme al vino Barbera, nella manifestazione ‘L’Officina 3 B’, di scena a dicembre.
All’interno delle proposte gastronomiche più tipiche e particolari non si possono certo trascurare i numerosi piatti a base di carne, una sorta di biglietto da visita per queste terre: da questo punto di vista il settore zootecnico mantiene una presenza tutt’altro che marginale all’interno del già variegato panorama di prodotti presenti.
La gastronomia emerge e si manifesta a pieno titolo in una perfetta fusione tra territorio, storia, cibo e cultura, con in primo piano il sapore autentico dei suoi prodotti. Alla base del suo successo un rispetto per i prodotti della natura, per la tradizione e la storia.

COME ARRIVARE

Da Torino: Arrivando da Torino sulla autostrada A21 si esce al casello di Asti Est e si immette sulla superstada per Alba fino ad Isola d'Asti; da qui ci si dirige verso Nizza Monferrato. Una volta raggiunta Nizza Monferrato si prende per Canelli e si arriva dopo 4 km a Calamandrana.
Da Milano/Genova: Da queste città si arriva in autostrada ad Alessandria e si esce al casello di Alessandria Sud. Da qui in direzione verso Acqui Terme dopo circa 4 km si prende la statale per Nizza Monferrato. Una volta raggiunta Nizza Monferrato si prende per Canelli e si arriva dopo pochi km a Calamandrana.

Per ulteriori informazioni:

Bottega del Vino di Calamandrana
Ex stazione ferroviaria - 14042 Calamandrana (At)
Tel. (+39) 0141-75390

Associazione Culturale Monferrànima
Piazza Sauli, 17 - 14052 Calosso (At)
Tel. (+39) 348-7289149 (Chiara)
Tel. (+39) 338-1187975 (Maurizio)
info@monferranima.it
www.monferranima.it

Comune di Calamandrana
Via Roma, 83 - 14042 Calamandrana (At)
www.comune.calamandrana.at.it
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.