UK, contro i bagarini interviene il governo

Il fenomeno (universale) del bagarinaggio selvaggio ai concerti preoccupa il governo inglese: tanto che in un recente incontro organizzato con i maggiori addetti ai lavori il segretario alla Cultura Tessa Jowell ha invitato promoter e agenzie di vendita dei biglietti ad aderire a una serie di linee guida destinate, auspicabilmente, a porre un freno alle operazioni speculative. Il piano che la Jowell ha proposto a società come Live Nation e DF Concerts si articola in quattro punti sostanziali: limitare il numero dei tagliandi venduti a uno stesso acquirente, compilare una lista nera dei bagarini accertati e rifiutargli l’accesso ai biglietti, introdurre metodi più efficaci di reso dell’invenduto e bloccare la vendita di biglietti che non siano materialmente nella disponibilità dell’agenzia o che si riferiscano a eventi ancora in attesa di conferma ufficiale. “E’ solo una prima fase della battaglia”, ha detto la funzionaria governativa, “ma se riusciamo a impedire che grandi quantità di biglietti finiscano nelle mani dei bagarini i veri fan avranno più possibilità di assistere ai concerti delle loro band preferite”.
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.