UK, Bono, Tom Jones e Cliff Richard firmano per l'estensione dei copyright

UK, Bono, Tom Jones e Cliff Richard firmano per l'estensione dei copyright
Il frontman degli U2 e i due senatori del pop rock britannico figurano tra i 4.300 artisti firmatari di una petizione per l’estensione dei termini di copyright che assicurano a interpreti originali e case discografiche diritti e introiti sulla vendita dei dischi (vedi News): il documento è stato trasmesso al Ministero del Tesoro inglese proprio mentre il governo di Tony Blair si accinge a rivedere le leggi in materia di diritti d’autore.
In Gran Bretagna, come nella quasi totalità dei paesi europei (Italia inclusa), le leggi attuali prevedono che il termine di protezione scada dopo cinquant’anni dalla data della prima pubblicazione delle registrazioni: il che significa che stanno già entrando in pubblico dominio incisioni originali risalenti ai primi anni del rock & roll, oltre a quelle riguardanti molti standard della pop music, con le conseguenze che è facile immaginare (perdita di potere decisionale e di fonti di introito non solo per le case discografiche ma anche per gli artisti interpreti ed esecutori: oltre 7 mila nell’arco dei prossimi dieci anni, secondo le stime della società di collecting inglese PPL).
Lo studio di eventuali modifiche normative è stato affidato dal governo inglese a una commissione presieduta dall’ex editore del Financial Times Andrew Gowers, le cui conclusioni sono attese entro la fine dell’anno. Per modificare i termini di durata del copyright è necessaria tuttavia una delibera della Commissione Europea, che molti ritengono più probabile nel caso venga "spinta" con forza dai paesi economicamente più influenti dell’Unione come Francia e, appunto, Regno Unito (negli Stati Uniti il termine generale di protezione è di 95 anni, 70 anni dopo la morte dell’artista per le registrazioni successive al 1976). “Quando ho iniziato la mia carriera”, ha spiegato Tom Jones attraverso un comunicato stampa, “non pensavo a cosa sarebbe successo 50 anni dopo. Ma oggi non capisco perché io non debba possedere la mia musica per sempre”.
Dall'archivio di Rockol - Quel caro vecchio saggio di Bono
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.