Comunicato Stampa: E' 'Be free' la siglia di Torino Gay&Lesbian Film Festival

Comunicato Stampa: E' 'Be free' la siglia di Torino Gay&Lesbian Film Festival
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

“BE FREE”

DI VALENTINA GAUTIER
SIGLA UFFICIALE DEL 21° TORINO INTERNATIONAL GAY&LESBIAN FILM FESTIVAL

“Be Free” di Valentina Gautier , è il brano scelto come sigla ufficiale del 21° Torino International Gay&Lesbian Film Festival.
Il brano, volutamente proposto in lingua inglese data l’internazionalità della manifestazione, parla di libertà e della capacità che ognuno ha di cambiare il corso della propria vita. Carico di energia positiva, “Be free” sostiene quindi la teoria che “volere è sempre potere” e anticipa il nuovo album di Valentina Gautier, “Streghe”, un album travolgente e dalle sonorità rock i cui brani sono stati interamente composti dall’artista, già nota e amata dalla comunità gay per aver già pubblicato in passato due brani a tematica omosessuale “Lui /Lei” e “Angeli” ed aver partecipato e collaborato in eventi gay di rilevanza nazionale .
Nei giorni della manifestazione verrà commercializzato a scopo benefico il cd “Be Free”, che conterrà, oltre alla sigla di Festival,altri brani dell’artista: Voglio un angelo, ”il passato”, brano già pubblicato dall’artista e Strega, “il futuro”, un’anticipazione del nuovo album.
Il cd “Be Free” verrà commercializzato con la stessa finalità nell’ambito di Gay Pride 2006 poiché il brano “Be free” è stato scelto per esserne inno ufficiale .
Un’avventura che Valentina vive con gioia, coraggio, determinazione e spregiudicatezza, convinta del fatto che testimoniare, battersi o interagire in contesti omosessuali da eterosessuale è un valore aggiunto, un atto di coscienza sociale, un passo avanti in un percorso di abbattimento delle barriere di discriminazione, perché le tematiche e i problemi legati all’omosessualità non devono riguardare solo la comunità gay ma l’intera collettività.

VALENTINA GAUTIER note biografiche
Cantautrice, figlia d’arte, compone musiche e testi, Valentina Gautier ha studiato canto jazz, danza classica e jazz, e intraprende giovanissima, contemporaneamente all’attività di fotomodella, un percorso artistico, caratterizzato da punte di successo e lunghi silenzi, come spesso accade quando un artista è senza briglie e fuori dagli schemi, non uniformandosi ai modelli proposti / imposti dalla sottocultura imperante. Acuta, folle, ironica, senza bandiera, senza regole, senza barriere, rivoluzionaria, Valentina è un’artista pura, complessa e controversa, una “donna sapiens” tra “donne fetish” nel teatrino dell’assurdo” dello star system e della vita.

Discografia
Nel 1991 con la produzione di Shel Shapiro pubblica l’album “Quasi un angelo” che vince a Festivalbar edizione ’91 il premio della critica.
Nel 1992 il brano “Hey tu” porta l’album “Quasi un angelo“ in classifica tra i dieci più venduti nella classifica nazionale e viene pubblicato con successo in versione italiana in Germania e Benelux mentre in Spagna e Sud America viene pubblicato in versione spagnola.
Nel 1993 sempre con la produzione di Shel Shapiro, pubblica l’album “Anima Fragile” che incontra subito i favori di pubblico e critica e firme illustri del giornalismo italiano siglano importanti articoli che elogiano Valentina e il suo operato.
Nel 1998 pubblica “La danza delle ombre”, album destinato al mercato internazionale, per la realizzazione del quale l’artista collabora con autori quali Marie Claire D’Ubaldo e Tony Moore.
Nell’autunno 2006 è prevista la pubblicazione dell’album “Streghe“ prodotto da Marco Guarnerio, un album di brani travolgenti e dalle sonorità rock composti interamente dall’artista. Il disco, violento e ruvido, a tratti passionale e malinconico, vibrante di energia e di ironia, racconta di donne non allineate con i modelli femminili proposti, canta di storie di “non amore”, di maschi, dell’edipo irrisolto, di grandi abusi, di dolore, con il linguaggio forte, pungente, crudo, irriverente, graffiante che caratterizza l’artista .

Collaborazioni
Oltre a Marie Claire D’Ubaldo e Tony Moore, l’artista ha collaborato come coautrice con autori internazionali del calibro di Chris Rea, Ward, Taja Sevelle, Randy Newman e si dedica, se pur non costantemente, all’attività di autrice per altri artisti tra i quali spiccano Mina, Fiordaliso e per giovani emergenti che hanno stimolato la sua fantasia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.