McCartney, sempre più animalista, si unisce alla PETA

McCartney, sempre più animalista, si unisce alla PETA
Paul McCartney, salutista, vegetariano ed ecologista convinto da oltre un quarto di secolo, ha lanciato una campagna contro l'impiego degli animali nella ricerca medica. Testare gli animali a scopo (teoricamente) scientifico, ha affermato l'ex Beatle, è una cosa che proviene dal Medioevo della scienza medica. Sir Paul, illustrando la campagna, ha asserito d'essersi unito alla PETA, People for the Ethical Treatment of Animals, organizzazione che, anche nel recente passato, è stata protagonista di proteste anche clamorose. "A volte si ripone troppa fiducia nella gente col camice bianco, e si pensa che occorra davvero testare gli animali in laboratorio solo perché si fa così da molto tempo. Ma oggigiorno vi sono scienziati che ottengono risultati più affidabili con metodi più moderni. Se la massa di denaro che viene pompata nella sperimentazione animale venisse invece spesa per la prevenzione, si avrebbero risultati migliori. Spero che i governi entrino nel ventunesimo secolo e riconoscano che i test sugli animali sono crudeli ed inaffidabili", ha affermato McCartney.
Dall'archivio di Rockol - La storia di “RAM” di Paul McCartney
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.