Gran Bretagna, uomo fermato dalla polizia per aver cantato un pezzo dei Clash

Gran Bretagna, uomo fermato dalla polizia per aver cantato un pezzo dei Clash
Allerta ancora ai massimi livelli, in Gran Bretagna, dopo gli attentati dello scorso 7 luglio. Un allarme che, a volte, forse è un po' eccessivo. Ne sa qualcosa il signor Harraj Mann, 24 anni, che, mentre stava per decollare, è stato fermato dalla polizia perché in taxi aveva cantato un pezzo dei Clash. Mann, mentre si stava dirigendo in taxi verso l'aeroporto di Durham, dal quale avrebbe dovuto prendere un volo per Londra, col permesso del guidatore ha connesso il suo lettore MP3 con lo stereo del veicolo. Tassista e passeggero hanno allegramente ascoltato assieme varie canzoni, tra le quali brani dei Led Zeppelin e dei Beatles. Però, ad un certo punto, il guidatore è diventato sospettoso: il cliente sembrava estasiato da "London calling" dei Clash e si era messo a cantare con particolare trasporto il passaggio "Now war is declared/and battle come down". Il tarlo ha roso il tassista fino al punto da fargli ritenere che il trasportato potesse essere un kamikaze in missione suicida. Dopo averlo scaricato al Durham Tees Valley Airport, il conducente ha allertato la polizia che, mentre l'aereo con Mann era già in pista, è entrata nel velivolo ed ha portato via in stato di fermo l'incredulo karaokista. Dopo la perquisizione il signor Mann è stato rilasciato e, con un certo umorismo, ha dichiarato: "Probabilmente al tassista i Clash non piacevano, però chiamare la polizia mi è sembrato un po' eccessivo".
Dall'archivio di Rockol - 5 curiosità sui Clash
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.