La sfida di Bertelsmann: un MySpace 'per anziani'

Mentre cerca di disfarsi dei suoi interessi diretti nel business discografico (vedi News), la casa tedesca fa marcia indietro su Internet (dove si è scottata più volte in passato: vedi le esperienze del negozio virtuale Bol e di Napster) progettando di rilanciare nel cyberspazio i suoi celebri club di vendita per corrispondenza di libri, cd e ora anche dvd, riuniti sotto l’ombrello societario di una holding, Direct Group, che opera in 22 diversi paesi del mondo. L’intenzione, ha spiegato l’amministratore delegato Gunter Thielen, è di non disperdere un patrimonio prezioso rappresentato da 35 milioni di clienti sfruttando le possibilità della comunicazione e del “networking” on-line: creando, insomma, una sorta di MySpace per consumatori adulti contraddistinti da gusti e interessi simili.
Parlando del progetto con l’agenzia Reuters, Thielen ha rivelato che lui e i suoi collaboratori hanno preso la decisione dopo aver studiato attentamente l’evoluzione demografica delle società occidentali, che in futuro vedranno aumentare il numero di persone “anziane”, sole o con pochi figli a carico e dotate di maggior reddito spendibile. “La gente invecchia”, ha spiegato Thielen, “e invecchiando diventa più sola mentre ha bisogno di trovare una comunità di persone con cui condividere i propri interessi”. Non tutti sono convinti che funzionerà, stante la difficoltà di convertire all’uso di Internet e delle comunicazioni on-line persone di 40-50 ed oltre la cui spinta alla socialità, oltretutto, è molto inferiore a quella delle giovani generazioni. Ma se dovesse avere successo, potrebbe cambiare la percezione globale di Internet e attrarre investimenti pubblicitari indirizzati a un pubblico finora snobbato dagli inserzionisti del Web.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.