Nei guai l’edizione cinese di ‘Rolling Stone’

Davanti all’edizione cinese di “Rolling Stone” è spuntato un grande punto interrogativo. Dopo la pubblicazione del primo numero, le cui 100.000 copie sono velocemente sparite dalle edicole, in redazione sono giunte delle carte ufficiali che pare possano impedire la prossima uscita. La situazione è estremamente fluida, anche perché pare si tratti di problemi di natura commerciale e distributiva più che di censura, e dunque non sono escluse novità, anche importanti, nel breve termine. Forse addirittura entro la giornata di oggi.
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.