La 'pioggia rosso acciaio' dei Delta V: 'Ricominciamo dal rock'

La 'pioggia rosso acciaio' dei Delta V: 'Ricominciamo dal rock'
Si intitola “Pioggia rosso acciaio” il nuovo disco dei Delta V. Un disco che porta molte novità nella band, a partire dal cambio di formazione: oltre al nucleo storico – il duo Flavio Ferri e Claudio Bertoni – sono presenti alla voce Francesca Tourè (la cantante degli esordi di “Spazio”) e il chitarrista Fefo Forconi.
“E’ nato tutto da una telefonata”, dice Francesca del suo ritorno. “Carlo e Flavio stavano già lavorando ai pezzi nuovi e semplicemente abbiamo deciso di riprendere da dove ci eravamo fermati anni fa”. “Con i Delta suono già da tre anni, avevo già partecipato anche se in maniera non continuativa al disco precedente”, aggiunge invece Fefo. “In questo caso ho partecipato anche alla pre-produzione del disco: mi hanno dato carta bianca, per avere un suono più ‘peso’ nel senso di pieno… Il connubio sta funzionando abbastanza bene”.
Il risultato è quindi un disco dal suono più marcatamente rock, pur non dimenticando l’impronta elettronica-melodica tipica della band: “In realtà sul palco abbiamo sempre avuto una connotazione più rock”, spiega Flavio. “Siamo partiti da lì, avvicinandoci al nostro sound live, anche perché questa è la nostra formazione sul palco”. “Abbiamo iniziato con la nostra normale fase di scrittura”, spiega Carlo, “anche se sapevamo già dove volevamo arrivare. Poi ci siamo trovati in Toscana con Fefo e Francesca, e sapevamo che in quella fase sarebbero intervenuti dei grossi cambiamenti negli arrangiamenti. Noi abbiamo sempre usato le chitarre come supporto, questa volta invece sono diventate fondamentali”.
Il disco è anche più aggressivo dal punto di vista dei testi: laddove “Le cose cambiano” era più introspettivo, “Pioggia rosso acciaio” è un disco più relazionale, aperto verso il mondo, anche in maniera conflittuale: “Oggi, nelle nostre canzoni, l’individuo si pone in relazione con l’esterno, anche da antagonista. Non siamo una band impegnata, non abbiamo mai fatto politica, non rivendichiamo nessuna appartenenza. Ma oggi come oggi è difficile decontestualizzare questo mestiere dalla realtà che ti circonda”.
L’ultima novità riguarda il cambio di casa discografica, dalla Ricordi alla Virgin: “Quando stavamo discutendo del nostro contratto”, spiega Carlo, “La Sony si stava fondendo con la BMG/ricordi, per cui la situazione era molto caotica. In EMI/Virgin ci hanno fatto capire che credevano in noi, ci hanno proposto un progetto… non lo abbiamo fatto per questioni di soldi, ma per condizioni di lavoro”.
Cosa invece non cambia è uno dei marchi di fabbrica dei Delta V: la cover di un brano italiano storico. In “Pioggia rosso acciaio” la scelta è caduta su “Ritornerai” di Bruno Lauzi: “Brani da rifare ce ne sono tantissimi…”, spiega Flavio. “Si sceglie in base alll’umore, ma anche per come ti vengono. In certi casi capisci che vorresti fare un brano ma non trovi la chiave per rifarlo: ci è successo con 'Sassi' di Gino Paoli, che non ci veniva”.
Proprio “Ritornerai” terrà occupati i Delta V nelle prossime settimane, per le riprese del videoclip; per il tour bisognerà invece aspettare l’estate.
Dall'archivio di Rockol - Il ritorno dopo 12 anni, con la nuova cantante Martina
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.