NEWS   |   Industria / 03/04/2006

Bertelsmann vende? Ecco i possibili compratori

Bertelsmann vende? Ecco i possibili compratori
La notizia di una (possibile, e tutta da verificare) ritirata di Bertelsmann dal music business (vedi News) ha innescato, com'era prevedibile, un turbine di voci e supposizioni di "fantamercato", tanto su Internet che sulla carta stampata internazionale. Dovesse davvero la casa tedesca rinunciare al suo 50 % in Sony BMG, il partner giapponese sarebbe naturalmente il candidato numero uno a rilevarne la quota: ma se i suoi problemi interni (nel core business elettronica di consumo) dovessero farla decidere altrimenti, una seconda ipotesi ventilata dagli "esperti" prevede l'intervento di un consorzio di banche e di investitori finanziari, modello Warner Music (che però in questo caso non vedrebbero di buon occhio il fatto di avere le mani legate dall'acquisto di una società in comproprietà). Un terzo scenario possibile vede l'ingresso in campo della EMI, che con BMG aveva flirtato prima di puntare le sue attenzioni verso la stessa Warner (accasarsi con etichette come Jive e RCA, fanno notare gli analisti, aumenterebbe in maniera considerevole la forza commerciale di Virgin e Capitol: soprattutto sul mercato americano, dove la EMI resta in posizione di inferiorità rispetto ai principali concorrenti).
Quanto alle edizioni BMG Music Publishing, che com'è noto non rientrano nella joint venture con Sony, tra i potenziali interessati a un acquisto vengono citati tanto Universal Music Publishing che Sony ATV. Quest'ultima però, prima di prendere qualsiasi decisione, dovrebbe fare i conti con Michael Jackson, partner paritario della società nipponica sul fronte editoriale: e non è detto che sia sempre facile come bere un bicchier d'acqua.