SIAE conferma: in crescita gli incassi dei concerti pop rock

Giorgio Assumma, presidente della società degli autori, è preoccupato per il - comprensibile - calo della spesa del pubblico italiano in spettacoli e divertimenti (-5,5 %, poco più di un miliardo e mezzo di euro: la cifra più bassa dal 2001 ad oggi) e si aspetta che la curva discendente possa diventare ancora più ripida nell’anno in corso (dati semestrali, per la prima volta, verranno pubblicati ad agosto). Ma, illustrando il resoconto degli incassi SIAE 2005 in conferenza stampa, mercoledì 22 marzo a Roma, ha confermato che “la liturgia dello spettacolo dal vivo”, come l’ha chiamata lui nell’occasione, continua ad esercitare un fascino irresistibile sugli italiani. E dunque, se calano drasticamente gli incassi delle sale cinematografiche (- 8,6 %), e anche quelli di commedie musicali (- 24%), concerti jazz (- 11,24 %) e di musica classica (- 7,53 %), tengono bene, al contrario, il teatro, la lirica, il balletto e la musica leggera, pop e rock: + 3,92 %, sulla base dei dati che arrivano dalle biglietterie elettroniche e dalla rete di rilevazione diretta della SIAE, un dato superiore a quello registrato da Assomusica (+ 0,60 %, 112 milioni e 203 mila euro, vedi News) che però tiene conto solo degli incassi degli organizzatori di concerti associati. In calo, invece, e in controtendenza rispetto agli ultimi anni di boom, la spesa per il ballo: su cui, secondo Assumma, “potrebbe aver inciso l’abitudine da parte dei giovani a socializzare nei bar con la musica e nei discopub”.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.