Londra, a giugno riapre a tempo pieno la storica Roundhouse

Dovrebbe riaprire a giugno, a seguito di imponenti lavori di ristrutturazione costati quasi 30 milioni di sterline, uno dei siti storici del rock londinese. E in previsione della nuova inaugurazione i gestori dell’impianto hanno lanciato un appello al pubblico invitando chiunque ne sia in possesso a fornire articoli e “memorabilia” di ogni genere legati alla storia del locale: poster, volantini, biglietti di concerti, fotografie, filmati, dischi, ritagli stampa e altri materiali destinati ad arricchire il museo che, insieme a una nuova sala da concerti e a un centro di attività ricreative riservato ai visitatori, fa parte del nuovo complesso.
La Roundhouse, così chiamata per la sua inconfondibile forma circolare e ubicata nella zona settentrionale di Londra nei pressi della stazione della metropolitana di Chalk Farm, venne costruita nel 1846 e utilizzata inizialmente come sala manutenzione macchine e punto di snodo dei treni a vapore che collegavano le stazioni di Euston e Camden. Dopo avere ospitato per lungo tempo le note distillerie di gin Gilbey’s, negli anni ’60 diventò uno dei punti focali del nascente rock psichedelico, organizzando concerti di artisti come Rolling Stones, Who, Pink Floyd, Led Zeppelin, Jimi Hendrix e Doors (unica esibizione inglese, il 6 settembre 1968); nei secondi anni ’70 si trasformò in un tempio del punk frequentato, tra gli altri, da Patti Smith, Blondie e Ramones (mentre gli Stranglers vi registrarono gran parte del loro “Live (X-cert)”).
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.