Natucci (RNA): 'No alle quote, la radio sostiene già la musica italiana'

Sergio Natucci, presidente di RNA (Radio Nazionali Associate), è contrario all’introduzione per legge delle “quote” radiofoniche che, sull’esempio del modello francese, dovrebbero garantire un tetto minimo di presenza della musica italiana nei programmi musicali di network ed emittenti nazionali. Lo ha dichiarato nel corso del convegno “Musica per tutti” che la Fondazione Arezzo Wave Italia ha organizzato venerdì scorso, 24 febbraio, ad Arezzo con la partecipazione di una nutrita rappresentanza di esponenti dell’industria musicale e del mondo politico italiano ed europeo. Secondo Natucci, “il mercato francese ha caratteristiche non esportabili e il sistema dei network radiofonici italiani già opera nella direzione del sostegno alla musica italiana e dell’aiuto alle nuove promesse del nostro panorama musicale”. L’introduzione delle quote è sostenuta invece da artisti come Ron (vedi News) e da discografici come Caterina Caselli Sugar e Mario Limongelli, rispettivamente presidente onorario e presidente della PIM che anche ad Arezzo hanno ribadito la loro posizione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.