Musica in negozio: Feltrinelli, Mondadori e Fnac si mettono in regola

Librerie e negozi di dischi delle principali catene italiane si mettono in regola con la normativa del diritto d’autore, che prevede la corresponsione di un “equo compenso” forfettario alle case discografiche (oltre che alla SIAE) per la diffusione in pubblico di musica registrata. L’amministrazione di questi diritti è affidata in Italia alla società consortile SCF, che proprio in questi giorni ha comunicato di avere raggiunto un accordo con Feltrinelli/Finlibri (87 punti vendita sotto le insegne La Feltrinelli, La Feltrinelli Village e Ricordimediastore), Mondadori Retail (17 punti vendita) e Fnac (5 negozi in Italia).

In precedenza avevano già regolarizzato la loro posizione nei confronti dell’industria discografica le maggiori radio e tv italiane, associazioni di rappresentanza di centri commerciali, alberghi e ristoranti e persino le parrocchie che fanno capo al CEI (vedi News).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.