Rockol Awards 2021 - Vota!

Sony BMG lancia H2O: anche in Italia la musica diventa 'liquida'

Anche l’Italia può vantare la sua prima etichetta esclusivamente digitale, per la distribuzione di musica allo stato “liquido” e non più “solido”: si chiama, convenientemente, H2O Music e nasce per iniziativa della filiale locale di Sony BMG e in particolare di Andrea Rosi, responsabile della divisione Digital Distribution e Business Development dell’azienda. Sulle orme dei primi prototipi del genere introdotti recentemente sul mercato internazionale (vedi News), la nuova “label” pubblicherà e venderà esclusivamente file audio digitali e non supporti fisici: aggirando quindi i vincoli del sistema produttivo-distributivo tradizionale, che impone di pubblicare interi album di canzoni, di stampare Cd e di distribuirli nei negozi. Con i risparmi di costi che ne conseguono: “Ma non è questa la motivazione fondamentale, il progetto è molto più articolato e si innesta in un contesto di evoluzione della musica digitale che, anche in Italia, fa prevedere una crescita sostenuta delle nuove modalità di consumo per gli anni a venire”, spiega Rosi a Rockol. “Canali distributivi a parte”, aggiunge, “H2O sarà un’etichetta come tutte le altre per quanto riguarda le politiche artistiche e produttive così come nella promozione e nel marketing. Non siamo ‘contro’ il Cd per partito preso: se dal mercato dovesse arrivare la richiesta di raccogliere le canzoni pubblicate on-line da un nostro artista su un supporto fisico, si potrà anche decidere di farlo. E con i reparti e le etichette tradizionali della Sony ci sarà un rapporto molto stretto: per loro H2O potrà diventare una specie di vivaio. Immaginiamo questa etichetta come una ‘nursery’ in cui gli artisti potranno crescere gradualmente, poco per volta. Per questo pubblicheremo soltanto singoli, al massimo Ep, ‘cluster’ di due/tre canzoni per volta, invece di forzare i giovani talenti a sfornare subito interi album con dieci, dodici pezzi”.
    Anche l’Italia può vantare la sua prima etichetta esclusivamente digitale, per la distribuzione di musica allo stato “liquido” e non più “solido”: si chiama, convenientemente, H2O Music e nasce per iniziativa della filiale locale di Sony BMG e in particolare di Andrea Rosi, responsabile della divisione Digital Distribution e Business Development dell’azienda. Sulle orme dei primi prototipi del genere introdotti recentemente sul mercato internazionale (vedi News), la nuova “label” pubblicherà e venderà esclusivamente file audio digitali e non supporti fisici: aggirando quindi i vincoli del sistema produttivo-distributivo tradizionale, che impone di pubblicare interi album di canzoni, di stampare Cd e di distribuirli nei negozi. Con i risparmi di costi che ne conseguono: “Ma non è questa la motivazione fondamentale, il progetto è molto più articolato e si innesta in un contesto di evoluzione della musica digitale che, anche in Italia, fa prevedere una crescita sostenuta delle nuove modalità di consumo per gli anni a venire”, spiega Rosi a Rockol. “Canali distributivi a parte”, aggiunge, “H2O sarà un’etichetta come tutte le altre per quanto riguarda le politiche artistiche e produttive così come nella promozione e nel marketing. Non siamo ‘contro’ il Cd per partito preso: se dal mercato dovesse arrivare la richiesta di raccogliere le canzoni pubblicate on-line da un nostro artista su un supporto fisico, si potrà anche decidere di farlo. E con i reparti e le etichette tradizionali della Sony ci sarà un rapporto molto stretto: per loro H2O potrà diventare una specie di vivaio. Immaginiamo questa etichetta come una ‘nursery’ in cui gli artisti potranno crescere gradualmente, poco per volta. Per questo pubblicheremo soltanto singoli, al massimo Ep, ‘cluster’ di due/tre canzoni per volta, invece di forzare i giovani talenti a sfornare subito interi album con dieci, dodici pezzi”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.