Usa, ex discografici e manager investono in iBloks, un nuovo MySpace

Il successo dell’agorà elettronica MySpace.com, sempre più utilizzata dai musicisti underground e da quelli più attenti alle nuove tecnologie (vedi News), spinge il music business americano ad investire in iniziative analoghe: tra queste si segnala iBloks, uno spazio virtuale di libera espressione e comunicazione, ma anche di marketing e distribuzione di prodotti, che dovrebbe cominciare a funzionare nell’arco dei prossimi tre mesi. Sulla piattaforma, che disporrà anche di software per la riproduzione tridimensionale, gli utenti potranno condividere musica, video, foto e giochi, pubblicare i propri blog e creare pagine Web personalizzate.
Tra gli investitori nell’impresa figurano Michael Ostin, ex dirigente di DreamWorks e Warner Music e Freddy DeMann, già manager di Madonna e Michael Jackson.
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.