Comunicato Stampa: Osunlade Dj set a La Palma Club

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Re::Life
“revisit your night-life”

presenta

OSUNLADE

dj set

dj resident Raffaele Costantino

Sabato 17 Dicembre
Apertura h 23.00

LA PALMA CLUB
Via G. Mirri, 35, ROMA
Tel. 06.43599029 - www.lapalmaclub.it

Come arrivare:
Con la Metro
Fermata TIBURTINA FS
Con il Bus
Linea 409 e 545

www.relife.it

Ingresso 10 euro

prevendite:
Presso La Palma Club
(senza costi aggiuntivi)

Sabato 17 dicembre Re::Life presenta il dj set di Osunlade, ovvero il nuovo reverendo della musica nera, il dj e produttore newyorkese riconosciuto erede dell’enorme ricchezza del patrimonio musicale afroamericano, tra i più affermati e richiesti selecter a livello mondiale nonché raffinato interprete di ricercate sonorità soulful, deep & spiritual afro house. Torna a Re::Life, l’incontrastato re dell’afrobeat formato dancefloor, creatore di un suono inconfondibile, per presentare “Re-Offeriing” il suo nuovo mix album ricco di contaminazioni e di suggestioni afro-centric, brazilian & latin tinged, che conferma il suo grande talento.. Geniale e innovativo, consapevole e spirituale (è sacerdote della religione tradizionale africana Ifa), elegante e sofisticato, regolare e sorprendente come il suo trascinante sound in 4/4 tipicamente newyorkese, Osunlade rappresenta il discendente diretto della scuola house statunitense: il suo nome, infatti, occupa un posto di assoluto rilievo nel panorama dell’house music al pari di maestri inarrivabili dell’arte del djing quali Larry Levan, Joe Claussell, Frankie Knuckles, Little Louie Vega, Masters At Work; elemento di distinzione la grande (e forse unica nel panorama internazionale) capacità del produttore di Saint Louis di percepire le tendenze musicali provenienti dal vecchio continente e rielaborarle in un nuovo e inedito contesto sonoro in cui trovano spazio la ritualità delle percussioni di origine africana, le ricordate evoluzioni di matrice statunitense, i fermenti della club culture europea. Tre caratteristiche essenziali della Yoruba Records, la personale etichetta fondata a New York nel 1998 e dedicata al genere spiritual house con influenze afro. In qualità di stimato produttore, prolifico remixer oltre che rappresentante dell’incontro tra le diverse “culture” non solo musicali, Osunlade è periodicamente ospite in qualità di docente della celebre Red Bull Music Academy. Dall’esordio con “Paradigm” (Soul Jazz Records, 2001), il primo album solista che lo ha consacrato tra i produttori più ispirati del decennio, alle raccolte “Offering”, (R2 - 2002), The Yoruba Soul Mixes (BBE, 2004), la raccolta di remix realizzati per artisti leggendari quali Cesaria Evora, Roy Ayers, Salif Keita e 4 Hero, fino alla recente compilation Ibara: River Crossing (Yoruba, 2005) che apre alle contaminazioni broken beat, la carriera di Osunlade si snoda lungo una serie infinita di collaborazioni prestigiose tra cui quelle con 4 Hero, Salif Keita, Ms Dynamite, Zero 7, Cearia Evora, Incognito, Roy Ayers, John Beltran, Martin Solveig .

Le performance di Osunlade sono affascinanti e coinvolgenti mood sonori, veri e propri riti vodoo del ballo scanditi dall’incessante e ipnotico battito dell’Africa nera, densi di morbide melodie, di delicate e raffinate armonie soul, dilatate venature jazzy, dichiarati riferimenti afrobeat, ricercate suggestioni elettroacustiche che danno vita ad un beat pulsante di energia e ritmo sospeso, senza tempo né spazio, tra presente e futuro.

La serata sarà introdotta dalle selezioni abstract hip hop curate dal resident di Re::life Raffaele Costantino , stimato producer italiano con il progetto X Coast, dj e selecter radiofonico tra i più attivi del panorama italiano.

OSUNLADE

E’ possibile anche rinunciare ai propri sogni, per scoprirne di nuovi, ancora più affascinanti: questo è il messaggio di Osunlade. Un artista che già a diciassette anni, muovendosi dalla natia Saint Louis a Los Angeles e poi New York era finito nel jet set dell’industria musicale come produttore piuttosto richiesto, lavorando per Patti Labelle, Lauryn Hill e numerosi altri progetti ben accolti nel mercato mainstream black americano. Poi un giorno all’improvviso tutto cambia. Per propria volontà. Nasce così la storia di uno dei più indipendenti, rispettati e talentuosi produttori di (deep) house al mondo. Devoto confesso del grande Prince, folgorato sin dall’inizio dalle contaminazioni tra soul e house music, Osunlade lascia senza rimpianti una promettente carriera di dirigente nel music business americano per dedicarsi liberamente a sviluppare la sua idea di musica. Un lungo periodo di riflessione introspettiva per comprendere fino a che punto poter spingere la propria voglia di cambiare: “Ho cominciato un lungo viaggio all’interno di me stesso, ho cominciato a chiedermi quali erano le vere priorità che mi volevo dare, fino a che punto ero disposto a fare delle rinunce e fino a che punto era ragionevole farle. Ho scoperto alcuni elementi di culture tradizionali africane, in particolar modo i precetti della religione Ifa, e ciò mi ha molto arricchito spiritualmente. Ho studiato molto. Sono diventato emotivamente molto più equilibrato”. Rigenerato dalla fervida scena house newyorkese dei primi anni novanta e dalla sua relativa idea di indipendenza, Osunlade crea nel 1999 una propra etichetta, la Yoruba Records, per dare spazio alle sue produzioni e voce alla sua filosofia artistica ed al suo genio creativo. In breve tempo la Yoruba è riconosciuta tra le più importanti etichette dell’attuale scena house tanto da consentire ad Osunlade di instaurare un proficuo rapporto di collaborazione con la celebre label londinese Soul Jazz Records. Osunlade pubblica il suo album d’esordio “Paradigm” nel 2001 proprio per la Soul Jazz. Attualmente è impegnato a curare le prossime uscite della sua Yoruba, oltre a raccogliere unanimi consensi di critica e pubblico per il suo brillante rientro nel panorama discografico di tendenza con la splendida raccolta “The Yoruba Soul Mixes” che contiene il meglio dei remix realizzati in questi anni per artisti del calibro di Cesaria Evora, Roy Ayers, Salif Keita, 4 Hero, Spacek, e soprattutto il nuovo “Re-Offering”:. un mix album ideale campionario di deep, jazzy soulful, afro-centric latin-tinged che come pochi altri riesce ad interpretare magistralmente, lavoro con cui conferma il suo grande talento. Il Cd include brani unreleased, rarità e materiale esclusivo.

‘06 COMING SOON: ANNA CLEMENTI, DUDLEY PERKINS, ?UEST LOVE (THE ROOTS), COLD CUT, NICOLA CONTE live e tanti altri da non perdere...
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.