SIAE, una commissione governativa studierà modifiche allo statuto

La presidenza del Consiglio dei Ministri e il ministero per i Beni e le Attività Culturali hanno istituito una commissione di studio incaricata di elaborare un progetto di riforma dello statuto della SIAE: l’intervento sulle norme che regolano il funzionamento dell’ente, ha spiegato il neo presidente Giorgio Assumma, è motivato dalla necessità di renderle più consone “ai cambiamenti tecnologici in atto nella società dell’informazione e ai processi di armonizzazione legislativa dell’Europa”. La commissione sarà presieduta da Mauro Masi, segretario generale della presidenza del Consiglio e già commissario straordinario della società degli autori dal 1999 al 2003 (vedi News); ne fanno parte tre membri del ministero per i Beni e le Atttività Culturali (Francesco Tufarelli, Mario Antonio Scino e Paolo Carini) e il consigliere di stato Sergio Santoro.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.