Branson vende la V2 in America: 'Ma non nel resto del mondo'

La vendita della casa discografica americana di Richard Branson al gruppo Sheridan Square Entertainment (per una cifra stimata intorno ai 15 milioni di dollari) è cosa fatta, secondo quanto riporta la stampa americana, e dovrebbe essere ufficializzata entro la settimana prossima. Il nuovo proprietario, da contratto, continuerà ad operare con la ragione sociale e il marchio V2 e sembra che l’attuale ceo Andy Gershon possa venire confermato al vertice della struttura: in conseguenza della fusione dei due organici aziendali sono tuttavia previsti tagli al personale.
In una recente intervista rilasciata alla testata americana M&C News, Branson ha definito “meno che probabile” l’ipotesi di una vendita dell’etichetta anche nel resto del mondo. “E’ una piccola e buona società, in un mercato certamente difficile. Sapete, veniamo contattati ogni momento ma credo ci siano ottime probabilità che resteremo indipendenti”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.