Licenze e royalty sulla musica digitale: per l'UE ci vogliono regole nuove

Con una conferenza stampa tenuta a Londra la settimana scorsa, l’Unione Europea ha formalizzato la sua proposta di trasformare radicalmente il sistema di raccolta e di distribuzione dei diritti d’autore a livello comunitario, in risposta ai nuovi scenari creati dalla musica on-line e dalla distribuzione digitale. Il commissario per il Mercato Interno Charlie McCreevy, promotore del progetto, propone ai governi dell’Unione e alle parti interessate di modificare le regole vigenti in modo da consentire ai titolari dei copyright, autori ed editori di canzoni, di farsi rappresentare da una società di loro scelta per tutta l’Europa quando si tratta di concedere licenze e incassare royalty dai nuovi utilizzatori del repertorio come negozi di downloading, Web radio e società di telefonia mobile: consentendo a questi ultimi di ottenere un’autorizzazione unica valida per tutto il continente e smantellando di fatto il vecchio sistema che attribuisce a ciascuna organizzazione nazionale (in Italia alla Siae) competenza territoriale esclusiva nella raccolta e distribuzione dei diritti.
    Con una conferenza stampa tenuta a Londra la settimana scorsa, l’Unione Europea ha formalizzato la sua proposta di trasformare radicalmente il sistema di raccolta e di distribuzione dei diritti d’autore a livello comunitario, in risposta ai nuovi scenari creati dalla musica on-line e dalla distribuzione digitale. Il commissario per il Mercato Interno Charlie McCreevy, promotore del progetto, propone ai governi dell’Unione e alle parti interessate di modificare le regole vigenti in modo da consentire ai titolari dei copyright, autori ed editori di canzoni, di farsi rappresentare da una società di loro scelta per tutta l’Europa quando si tratta di concedere licenze e incassare royalty dai nuovi utilizzatori del repertorio come negozi di downloading, Web radio e società di telefonia mobile: consentendo a questi ultimi di ottenere un’autorizzazione unica valida per tutto il continente e smantellando di fatto il vecchio sistema che attribuisce a ciascuna organizzazione nazionale (in Italia alla Siae) competenza territoriale esclusiva nella raccolta e distribuzione dei diritti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.