Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 04/10/2005

Usa, Universal produce programmi musicali per vendere dischi in tv

Usa, Universal produce programmi musicali per vendere dischi in tv
Per spingere la vendita diretta di dischi al pubblico televisivo, la major discografica controllata da Vivendi Universal ha deciso di realizzare in proprio una serie di “infomercials”, programmi tv che – come sintetizza il termine inglese – stanno a metà tra contenuti di informazione e comunicazione pubblicitaria. Il primo prodotto del genere, della durata di 30 minuti, andrà in onda su diverse reti nazionali statunitensi ad ottobre ed è destinato a promuovere “The soul ‘70s collection”, un cofanetto di nove Cd a prezzo economico e venduto per linea diretta telefonica che include incisioni storiche di Marvin Gaye, Stevie Wonder, Al Green, Barry White, Jackson Five, Earth, Wind & Fire, Commodores e molti altri, con Isaac Hayes arruolato nelle vesti di presentatore.
Per produrre i programmi, la casa discografica ha creato una divisione apposita, Universal Music Media, e ne ha affidato la responsabilità a uno specialista del settore, Ira Pittelman, noto anche come produttore di spettacoli teatrali a Broadway tra cui “The iceman cometh” (con Kevin Spacey protagonista) e la versione di “La Boheme” diretta da Baz Luhrmann.
“Gli ‘infomercials’ sono diventati un modo efficace e innovativo di raggiungere i consumatori, soprattutto quelli che rientrano nell’elusiva fascia di coloro che hanno più di 35 anni” ha spiegato il dirigente della Universal Bruce Resnikoff a proposito dello spiegamento non indifferente di mezzi e di uomini destinati all’iniziativa. Secondo recenti stime americane, nel 2004 questo tipo di programmi ha generato negli Usa un giro d’affari superiore ai 100 miliardi di dollari.