Warner Music presenterà appello contro la sentenza antitrust del 1997

Gerolamo Caccia Dominioni, presidente di Warner Music Southern Europe, ha riferito a “Billboard” che Warner Music Italia si appellerà alla Corte di Stato o al Consiglio di Stato contro la sentenza emessa nel 1997 dall'autorità antitrust, in base alla quale le filiali italiane delle "major" discografiche (oltre a Warner: BMG Ricordi, EMI Music Italy, PolyGram Italia, Sony Music Entertainment) furono ritenute colpevoli di avere fatto cartello sui prezzi dei dischi e totalizzarono multe per oltre sei miliardi di lire. La decisione segue il rigetto - ufficializzato da parte del Tribunale Regionale del Lazio lo scorso venerdì 30 aprile - degli appelli presentati separatamente da ciascuna casa discografica.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.