L’arresto di Coolio: la moglie spiega tutto

Come già Rockol ha comunicato (vedi Archivio), il rapper Coolio è stato di nuovo arrestato la scorsa settimana a Lawndale, in California: è stato accusato di avere con sé un’arma e della marijuana, e di guidare contromano e senza patente. Josefa Salinas, moglie, manager e portavoce, ha risposto punto per punto alle accuse.
Secondo Josefa, la pistola era scarica (Coolio l’avrebbe avuta con sé perché si stava recando ad una gara di tiro al bersaglio al poligono); la marijuana era soltanto il mozzicone di un joint lasciato nel posacenere dell’auto da un amico al quale l’auto era stata prestata nei giorni pecedenti; l’auto era contromano perché Coolio aveva accostato al marciapiedi di sinistra per far scendere suo figlio senza costringerlo ad attraversare la strada; e la patente era scaduta mentre il marito si trovava in tour in Europa, però era già stato fissato un appuntamento per il rinnovo.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.