Presidenza Siae, i soci eleggono l'avv. Assumma

E’ Giorgio Assumma il nuovo presidente designato della Siae, in virtù del voto quasi unanime (50 preferenze su 51, una scheda nulla) espresso in suo favore dai soci nel corso dell’assemblea che si è svolta questa mattina, martedì 20 settembre, a Roma. Assumma, nato nel 1935 a Civitavecchia, è forse il più noto avvocato italiano tra quelli che operano nel settore dello spettacolo (tra i suoi clienti figurano Adriano Celentano e Pippo Baudo); esperto di diritto d’autore, è titolare di cattedre presso l’Università Statale di Roma (dove insegna diritto dell’editoria) e l’Università romana Lumsa (docenza in diritto dell’Unione Europea) nonché autore di numerose pubblicazioni in materia (con il professor Giuseppe Corasaniti ha firmato il Codice del Diritto e dello Spettacolo edito da Cedam, per cui dirige anche la collana Diritto e Pratica).
Indicato da settimane come il più probabile successore del dimissionario Ivan Cecchini (vedi News), dopo la designazione Assumma ha voluto subito chiarire il suo pensiero sulla spinosa questione riguardante i rapporti tra società degli autori e mondo politico: “L’autonomia della Siae, messa a duro rischio negli ultimi mesi, è inviolabile: sono gli autori e gli editori che devono decidere il destino della loro Società”, ha detto. “Proprio perché designato democraticamente dall’Assemblea degli autori e degli editori”, ha aggiunto Assumma con riferimento implicito al precedente caso Cecchini (vedi News), “qualora avessi il sentore che le commissioni parlamentari volessero esprimere parere sfavorevole alla mia designazione, io andrò dritto in avanti e senza ritirarmi”.
Dubbi sulla sua eventuale nomina sono tuttavia espressi dal Codacons, che ha invitato il Ministro dei Beni Culturali e la Presidenza del Consiglio dei Ministri a verificarne l’ottemperanza alla legge sul conflitto di interessi, in considerazione dei “numerosissimi autori e case editoriali” assistiti dal suo studio legale in vertenze e contrattazioni private.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.