'Sanremo Famosi': commenti e sospetti sul televoto

Mentre Marco Mangiarotti sul "Giorno" sostiene che RaiUno ha "vinto la scommessa di "Sanremo giovani" «perché ha portato al teatro Ariston progetti discografici che già stanno nel mercato», il "Corriere della Sera" è stupito dalla vittoria di Daniele Groff a "Sanremo famosi" e titola: «Sanremo a sorpresa, vince un clone degli Oasis - Il televoto premia Daniele Groff che ha battuto i favoriti Leda Battisti, Gazzè e Britti».

Il vincente cantautore viene definito «trentino stile coatto-Liam degli Oasis, venerato dalle radio della capitale, ignorato però al nord» da un Mario Luzzatto Fegiz un po' impietoso (e forse non sintonizzato sulle tante radio "del nord" che trasmettono "Daisy" con notevole frequenza). "La Repubblica" però mette in evidenza tutt'altro particolare: "La votazione fallisce, telefoni in tilt per Sanremo famosi", titola l'articolo di Carlo Moretti: «Il pubblico a casa non ha potuto votare almeno tre dei quattordici artisti in gara. Ci abbiamo provato anche noi, ci hanno provato in tanti in altre città italiane e ne abbiamo avuto testimoninanza in diretta nel quarto d'ora febbrile della votazione. I tre nomi che abbiamo tentato sono quelli di Irene Lamedica, Max Gazzè e Quintorigo: stesso identico problema, finito il numero arrivava il segnale di linea scollegata, non di linea occupata. Per gli altri numeri tentati a caso, nessun problema: "Il suo voto è stato registrato", rispondeva una voce meccanica. Guarda caso, la classifica finale vedeva i tre numeri "impossibili" in coda alla lista: Irene Lamedica ultima, Soerba tredicesimi, i Quintorigo al dodicesimo posto, Max Gazzè all'undicesimo». .


Anche Mangiarotti sul "Giorno" avanzava «qualche dubbio nel televoto, perché la vittoria di Groff ha il solo riscontro di un successo radiofonicoe molti altri piazzamenti sono al di fuori della logica dell'ascolto e delle vendite dei dischi», e cita il caso di Alex Britti, «rivelazione pop della stagione con il tormentone di "Solo una volta (o tutta una vita)", solo ottavo».

Per quanto riguarda il merito musicale, Luzzatto Fegiz sul "Corriere della Sera" scrive: «Tre in sostanza i filoni musicali visti ieri sera nella gara dell'Ariston: soft-innovativo, trasgressivo-birichino, e di sfida pura».

Nella prima categoria rientrano Leda Battisti, Alex Britti, Max Gazzè e Arianna; trasgressivi-birichini sono Francesca Chiara, Daniele Groff, "Dr. Livingstone" (tra virgolette), Allegra, Boris «che per intuibili motivi è già stato soprannominato Backstreet Boris», Laura Cataneo, Irene La Medica e Soerba. Per quanto riguarda la "sfida pura", «La serata ha offerto infine tre outsider assoluti: Filippa Giordano, soprano leggero virtuosissimo e moderno (Bocelli al femminile) scoperta da Caterina Caselli Sugar, i Quintorigo, sperimentali a oltranza rivelatisi all'accademia di Sanremo». Il terzo outsider, non sappiamo se assimilabile alla categoria della "sfida pura", è Max Pezzali, presentatore «naif ma di impatto assolutamente maggiore della presentatrice Alessia Merz». .


Sulla "Repubblica", Moretti esprime soddisfazione per la qualità della musica presentata, e fa notare che nonostante la proposta di «brani per gran parte lontani dai classici sanremesi, resiste la tipica melodia italiana e si torna al "bel canto" grazie alle incursioni sempre più frequenti nel mondo operistico, ma si fanno prepotentemente largo le sonorità provenienti dal mondo anglosassone (...) si sentirà ancora parlare di Daniele Groff, il vincitore: la sua "Daisy" anticipa un album in cui Bach e i Beatles vanno a braccetto».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.