Super Elastic Bubble Plastic: un anno in tour

Super Elastic Bubble Plastic: un anno in tour
Se dovessimo analizzare la passata estate concertistica noteremmo il nome di una band che si ripete più di tutti gli altri. Sono i Super Elastic Bubble Plastic, band mantovana nata nel 2001 il cui nome è stato ispirato da una locandina di una discoteca londinese. Nonostante il loro album di debutto, “The swindler” (Red Led Records), sia stato pubblicato solo sei mesi fa, la band è già riuscita macinare concerti su concerti, calcando palchi prestigiosi come quelli di Arezzo Wave e dell’Heineken Jammin’ Festival. Ed è proprio pochi minuti prima dal concerto che terranno a Rock In Idro, unica band italiana invitata ad esibirsi sul palco principale del festival che si terrà oggi 2 e domani 3 settembre, che raggiungiamo telefonicamente Gionata, leader e voce dei SEBP. “Stiamo lavorando veramente tanto. Abbiamo trovato una formula che funziona con la collaborazione tra l’etichetta Red Led Records, il nostro management (Metatron) e il booking della Mescal”, ci spiega la voce del gruppo. “Il nostro scopo è suonare tanto e ovunque, calcare i grandi palchi ci inorgoglisce, ma per noi la priorità è tenere un concerto, non il luogo dove lo facciamo”.
Nonostante “la giovane età” di “The swindler”, pubblicato lo scorso gennaio, la band ha già quasi chiuso il suo successore. “In realtà il disco era pronto già due anni prima della sua pubblicazione, perché facevamo fatica a trovare un’etichetta che lo producesse, così in questo tempo abbiamo avuto modo di scrivere e riscrivere molte canzoni. Il nuovo disco sarà diverso perché, nel frattempo, noi siamo cresciuti musicalmente, mentre l’attività live ci ha aiutato a perfezionare il nostro sound. Il nuovo lavoro sarà anocra essenzialmente rock e forse ci sarà solo una ballata acustica”.
In attesa del nuovo lavoro i Super Elastic Bubble Plastic continuano a suonare in giro per l’Italia cercando in qualche modo di portare la loro musica anche in altre nazioni. “Abbiamo trovato un contatto in Belgio per alcune date che dovremmo fare tra ottobre e novembre”, ci ha spiegato Gionata. “Questo grazie al fatto che ci siamo creati un nostro spazio sul sito Myspace.com: una community dove abbiamo avuto l’occasione di scambiare il nostro materiale con altri gruppi e di far ascoltare le noste canzoni ad alcune etichette straniere come la Dischord di Washington. Lo consiglio vivamente a tutti i gruppi che vogliono farsi conoscere anche oltre i confini nazionali”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.