NEWS   |   Italia / 28/02/1999

Sanremo: le dichiarazioni della seconda e della terza classificata, Antonella Ruggiero e Mariella Nava

Sanremo: le dichiarazioni della seconda e della terza classificata, Antonella Ruggiero e Mariella Nava
Antonella Ruggiero:
"La mia canzone è nata velocemente, da un’intuizione elaborata in maniera rapida. Kaballà è un musicista col quale ho collaborato splendidamente".
"Non mi sono mai sentita in competizione nella mia vita: arrivare prima, seconda o terza non ha importanza. Conta il fatto che il primo d’aprile, e non è uno scherzo, uscirà un mio nuovo disco, che è bellissimo e spero piaccia quanto è piaciuta questa canzone".
"Mi è piaciuto moltissimo il modo di presentare di Fabio Fazio, dal quale, come interprete, non mi sono sentita affatto sminuita".
"Non ho assolutamente gradito che le fotografie ufficiali, qui in sala stampa, ci siano state scattate davanti ai marchi degli sponsor".


Mariella Nava:
"Non credo che esista una categoria di cantanti ‘sanremesi’, e comunque se esistesse non penso di farne parte: io, ad esempio, sono andata sia al Festival sia al Club Tenco, e quest’anno ho scelto di venire perché avevo qualcosa da far ascoltare, una canzone in cui credevo". "Sanremo mi ha sempre dato tanto, specialmente come autrice: stavolta mi ha premiato anche come cantante, e ne sono contentissima. Spero che mi dia visibilità, appunto come interprete, anche all’estero, dove per ora mi conoscono solo come autrice di una canzone per Andrea Bocelli". "Il Festival parte da domani: il piazzamento in classifica conta, tutto sommato, molto meno di quello nelle graduatorie di vendita".
"Di questo Festival non ho apprezzato il fatto che gli ospiti stranieri si siano esibiti quasi tutti in playback. E invece mi è piaciuto che ai primi tre posti ci siano tre femmine".
Scheda artista Tour&Concerti
Testi