Addio a Carlo Little, fu il primo batterista dei Rolling Stones

Addio a Carlo Little, fu il primo batterista dei Rolling Stones

Carlo Little è scomparso all’età di sessantasei anni a causa di un cancro ai polmoni.

Fu per un breve periodo il batterista dei Rolling Stones, coi quali suonò dal vivo fra la fine del 1962 e l'inizio del 1963, senza mai registrare dischi. Brian Jones insistette perchè Little diventasse il batterista stabile della band, ma il posto andò invece a Charlie Watts, anche perché i gestori del Flamingo Club avevano consigliato a Little di non stare a perdere tempo con gli Stones, "un gruppo che non sarebbe arrivato da nessuna parte". Little fu, fra l'altro, l'insegnante di batteria di Keith Moon degli Who; negli anni Sessanta militò nei Savages (il gruppo che accompagnava Screamin' Lord Sutch) e negli All-Stars di Cyril Davies. Poi continuò a suonare per hobby, lavorando invece come panettiere. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.