Avril Lavigne: il ritorno della sk8er girl degli anni Duemila

Il prossimo mese la cantante canadese, ormai tornata a flirtare con il pop punk delle sue origini, pubblicherà il settimo album in studio che includerà collaborazioni con Machine Gun Kelly e Mark Hoppus dei Blink-182. Già disponibile il secondo singolo.
Avril Lavigne: il ritorno della sk8er girl degli anni Duemila

Ha raggiunto il successo nei primi Anni Duemila, quando non era ancora maggiorenne, grazie a singoli come “Complicated” e “Sk8er boi”, conquistando ragazze e ragazzi di ogni parte del mondo con il suo stile fatto di borchie e cravatte in controtendenza con lo stereotipo delle popstar del periodo come Britney Spears. Ha poi abbandonato un po’ quell’immagine di lei da ragazzina “maschiaccio” del primo album “Let go” (2002) a favore dell’oscurità e della maturità raggiunte con “Under my skin” (2004). Dopo aver riscoperto una nuova femminilità, pur senza mai dimenticare anfibi e Converse, attraverso le sonorità più pop dei suoi successivi lavori come “Goodbye lullaby” (2011) e “

Head above water” (2019), ora Avril Lavigne è decisa a flirtare nuovamente con il pop punk delle sue origini e a tornare sulle scene discografiche con un nuovo album.

Tornata già sullo skateboard per il video del singolo “Here's to never growing up” tratto dall’eponimo album della cantante canadese uscito nel 2013, e poi per debuttare su TikTok lo scorso giugno con una clip realizzata insieme a Tony Hawk, la voce di “Girlfriend” sembra determinata a ricoprire ancora quel ruolo da cattiva ragazza in cui era impossibile non imbattersi negli anni Zero guardando MTV. Oltre all’immagine, è anche la musica a vedere Avril cercare di rappresentare nuovamente la scena pop punk femminile. Per dimostrarlo, anticipando un nuovo disco, l’artista cresciuta a Napanee ha firmato con l'etichetta di Travis Barker e pubblicato lo scorso novembre il singolo “Bite me”, uscito dopo diverse collaborazioni come quella su “Grow” di Willow e “Flames” del compagno Mod Sun. Proprio con il batterista dei Blink-182, produttore del pezzo, la 37enne cantautrice ha presentato dal vivo la canzone che ha segnato il suo ritorno ai ritmi frenetici e scanzonati degli esordi. Sulla stessa scia sembra arrivare il prossimo e settimo album in studio di Avril Lavigne, considerando la forte influenza pop punk del secondo brano offerto come anticipazione del progetto e pubblicato ieri, 14 gennaio.

Il nuovo album “Love Sux”

Con un post condiviso sui social lo scorso 13 gennaio Avril Lavigne ha ufficialmente confermato l’uscita del successore di “Head above water” che, intitolato “Love Sux”, arriverà sui mercati il prossimo 25 febbraio per DTA Records. Con l’annuncio, l’artista canadese ha anche preparato i fan all’uscita di un nuovo brano, seconda anticipazione del disco: "Love it when you hate me”, realizzata in collaborazione con Blackbear Svelando la copertina e la tracklist del suo nuovo e settimo album in studio, Avril ha inoltre rivelato che Matthew Tyler Musto - questo il nome all’anagrafe del 31enne musicista statunitense, cresciuto suonando rock e poi fattosi conoscere come co-autore di “Boyfriend” di Justin Bieber prima di orientarsi più verso l’r&b e l’hip hop - non è l’unico ospite di  “Love Sux”.

Il disco, infatti, .includerà altri featuring con Mark Hoppus dei Blink-182 e Machine Gun Kelly, il cui sodalizio con Travis Barker - da ormai diverso tempo impegnato a contaminare altri generi musicali con la sua attitudine punk e aperto alle influenze di altri stili, collaborando con artisti più affini al suo mondo tanto quanto con le star dell’urban e dell’hip hop - ha portato alla realizzazione di due progetti, “Tickets to my downfall” del 2020 e “Born with horns” di prossima pubblicazione.

“Una lettera d’amore alle donne”, con l’influenza dei Green Day

Offrendo alcune anticipazioni del suo nuovo album, “Love Sux”, Avril Lavigne ha fatto sapere che sarà un lavoro ispirato ai Green Day e ha definito il disco come "una lettera d'amore per le donne”. La cantante, con gli anni diventata anche un punto di riferimento per tante giovani donne e artiste come Billie Eilish e Olivia Rodrigo, in un’intervista concessa al magazine Entertainment Weekly ha spiegato: “Per questo album sono davvero tornata ai suoni da cui ero stato influenzata all'inizio della mia carriera”. Ha aggiunto: “In sostanza, sono una ragazza di una piccola città che ascoltava band come Blink-182 e Green Day e NOFX al liceo, e ho sfruttato questo aspetto”. La voce di “My happy ending”, attualmente fidanzata con il cantante statunitense Mod Sun dopo i divorzi da Deryck Whibley dei Sum41 nel 2010 e da Chad Kroeger dei Nickelback nel 2015, sul suo nuovo album ha poi detto:

“È veloce. È divertente. È solo puro rock & roll dall’inizio alla fine. Ci sono molte riflessioni sulle relazioni che ho avuto e su dove mi trovo, e anche se ci sono canzoni su esperienze amorose passate che non hanno funzionato, ora sono in un momento bello della mia vita, divertente, esuberante e leggero”.

Svelando poi il messaggio racchiuso in “Love Sux”, prodotto da John Feldmann e Mod Sun con l’aiuto di Travis Barker, Avril Lavigne ha narrato: “Il mio messaggio è sapere chi sei e fidarti di chi sei. Molte di queste canzoni parlano di avere la forza di andarsene se qualcuno non lo riconosce. Volevo assicurarmi di aver scritto musica con cui le persone potessero relazionarsi. Si tratta di valorizzare se stessi e sapere di essere abbastanza. È davvero una lettera d'amore per le donne".

Il tour: Avril Lavigne in concerto in Italia

A partire dal prossimo 26 febbraio, pandemia permettendo, Avril Lavigne porterà la sua musica in Europa per un tour che farà tappa anche in Italia. La voce di “Complicated” si esibirà dal vivo nel nostro Paese, facendo ascoltare i suoi successi e le canzoni del nuovo album, in occasione dei due concerti, precedentemente rimandati a causa del Covid-19, attualmente in programma per il 4 marzo a Padova e il 6 marzo a Milano

Ecco la tracklist e la copertina di “Love Sux”:

1. ‘Cannonball’
2. ‘Bois Lie’ (featuring Machine Gun Kelly)
3. ‘Bite Me’
4. ‘I Love It When You Hate Me’ (featuring blackbear)
5. ‘Love Sux’
6. ‘Kiss Me Like The World Is Ending’
7. ‘Avalanche’
8. ‘Déjà Vu’
9. ‘F.U’
10.

‘All I Wanted’ (featuring Mark Hoppus).
11. ‘Dare To Love Me’
12. ‘Break Of A Heartache’

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/uymgJbo2Tw-abaqgxBFhvpOa2M8=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/avril-lavigne-copertina-love-sux.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.