Vi ricordate gli Urge Overkill?

La band di Chicago diventata famosa grazie a 'Pulp Fiction' pubblicherà il nuovo disco di inediti in studio ‘Oui’ il prossimo 28 gennaio: già online il primo singolo
Vi ricordate gli Urge Overkill?

A metà anni Novanta divennero molto popolari anche presso il pubblico italiano, grazie alla loro versione del classico di Neil Diamond "Girl, You'll Be a Woman Soon" inserita da Quentin Tarantino nel cult movie “Pulp Fiction”. Poi degli Urge Overkill si persero le tracce: scomparsi dai radar nel 1995 dopo la pubblicazione del loro secondo album su major, “Exit the Dragon”, dato alle stampe dalla Geffen che li “rilevò” dalla prestigiosa - per quanto poco conosciuta a livello mainstream - Touch and Go, che curò la pubblicazione dei loro primi tre album, Nash Kato ed Eddie Roeser riapparvero nel 2011 con la fatica sulla lunga distanza autoprodotta “Rock & Roll Submarine”, per poi sparire di nuovo. Fino a oggi.

La band ha annunciato per il prossimo 28 gennaio la pubblicazione di un nuovo disco di inediti, intitolato “Oui”: il lavoro è stato anticipato dal primo estratto, “Forgiven”, già reso disponibile in Rete.

Citando come influenze per il nuovo brano band e artisti come “Little Richard, Gang of Four e Television”, Roeser - a proposito di “Forgiven”, ha spiegato: “Avevo solo un obiettivo: tornare con qualcosa davvero rock. Avevo lavorato su un riff che spaccava. Mi ero detto di non aver bisogno di testi, alla fine tutti i tipi di canzoni ripetono la stessa parola per un po’. Avevo appena riguardato ‘La morte corre sul fiume’, dove Robert Mitchum ha quei tatuaggi ossessionati con ‘amore’ e ‘odio’. Quell’immagine sarebbe stata perfetta per trovare una qualsiasi idea di cantato. Non lo sapevo, ma alla fine - lavorando così - stavo mettendo insieme il riff che poi è diventato ‘Forgiven’”.

“In studio ho fatto suonare il batterista sempre più veloce”, ha continuato: “La maggior parte delle parti di voce che sentite nella registrazione le ho cantate molto liberamente: tra le canzoni che abbiamo inciso, è una delle nostre preferite”.

Gli Urge Overkill - il cui primo EP, “Strange, I…”, fu registrato nientemeno che da Steve Albini, conquistarono un’ampia popolarità nel circuito college americano grazie al loro secondo album, “Americruiser” del 1990, che li portò a diventare il gruppo spalla dei Nirvana per il tour di “Nevermind”, vera e propria consacrazione per la band di Kurt Cobain a livello nazionale e internazionale. Il picco, in termini di classifiche di vendita, gli Urge Overkill lo toccarono proprio con "Girl, You'll Be a Woman Soon": quando il film di Tarantino divenne un blockbuster il brano venne proiettato fino alla cinquantanovesima posizione della Billboard Chart. Dopo un periodo di pausa tra metà anni Novanta e Duemila - durante i quali Kato si dedicò al proprio progetto solista, pubblicando “Debutante” - nel 2004 Kato e Roeser tornarono a unire le forze per una serie di concerti negli Stati Uniti. Chiamati nel 2011 a fare da supporto ai Weezer per un concerto al Congress Theater di Chicago, i due hanno progressivamente diradato i propri impegni dal vivo esibendosi saltuariamente a partire dal 2012.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.