Cinque hit latin pop che conquisteranno le classifiche nel 2022

Altro che Ricky Martin, Jennifer Lopez e dintorni: il latin pop ha nuovi re e nuovi regine. Eccoli, direttamente da "Latino Caliente".
Cinque hit latin pop che conquisteranno le classifiche nel 2022

Le classifiche, a pensarci bene, le hanno conquistate già. Negli ultimi mesi del 2021 hanno macinato cifre a sei zeri sulle piattaforme di streaming e tutto lascia intendere che continueranno a dominare le hit parade anche nel 2022, guidando la carica del latin pop, il pop latino le cui hit sono raccolte nella playlist "Latino Caliente": dal trio composto da Rvssian, Rauw Alejandro e Chris Brown al duo di Natti Natasha e Becky G, ecco i trend dell'anno.

Con oltre 160 milioni di stream su Spotify e oltre 40 milioni di visualizzazioni in quattro mesi, dall'inizio di settembre ad oggi, per il videoclip ufficiale su YouTube, "Nostálgico" di Rvssian, Rauw Alejandro e Chris Brown punta ad essere uno dei tormentoni latini del nuovo anno. Una canzone per unire idealmente tre luoghi tra loro distanti: Giamaica, Porto Rico e Virginia (Usa). Il pezzo è nato dall'incontro tra il produttore giamaicano Rvssian, il cantante portoricano Rauw Alejandro e la star dell'r&b statunitense Chris Brown, in particolar modo, sono giganteschi.

La hit ha conquistato le posizioni più alte delle classifiche di Billboard dedicate al latin pop (Hot Latin Songs, Latin Airplay, Latin Pop Airplay e Latin Rhythm Airplay), sfiorando la vetta: è la prima canzone in lingua spagnola incisa dal rapper americano in quattro anni, tanti quanti ne sono trascorsi dal successo "Just as I am" del 2017 (prima aveva scalato le classifiche con "Algo me gusta de ti" nel 2012 e "Contro" nel 2014). Il brano è cantato in parte in inglese e in parte in spagnolo: la produzione è curata da Rvssian, naturalmente, classe 1988, che in questi ultimi anni ha contribuito non poco alle hit di Bad Bunny, Juice WLRD, French Montana, Post Malone, Cardi B, togliendosi pure lo sfizio di collaborare con un gigante del calibro di Carlos Santana (gli ha fatto suonare la chitarra su "Mamacita", la canzone di Tyga e YG da lui prodotta, che ha scalato le classifiche nel 2019). Musicalmente il pezzo mischia elementi dancehall con altri più vicini al reggaeton classico.

Insegue "La fama" di Rosalía in duetto con The Weeknd. 80,5 milioni di ascolti su Spotify per la canzone incisa dalla reginetta del latin pop contemporaneo in duetto con la star canadese dell'r&b. La nuova missione di Rosalía, dopo aver permesso alle nuove generazioni di riscoprire il flamenco con il suo “El mal querer” (l'album del tormentone "Malamente"), ora sembra essere quella di rendere cool un altro genere musicale legato alla tradizione ispanica o latina: la bachata. Lo ha dimostrato con i suoni del singolo con The Weeknd, ma anche reinterpretando dal vivo - in occasione di un concerto di Romeo Santos - il tormentone degli Aventura "Obsesión", certificando lo status di culto del gruppo e della hit, a distanza di quasi vent'anni. Cresce l'attesa per il suo nuovo album, "Motomami": Rosalía ha fatto sapere che il disco arriverà nel 2022. Intanto il videoclip de "La fama" su YouTube continua a macinare visualizzazioni: a un mese dalla sua uscita sfiora quota 60 milioni di clic.

Un Disco di platino negli Usa l'ha conquistato, con il suo ultimo album, anche Farruko, anche lui portoricano. Considerato già da tempo uno dei big del latin pop, il cantante ha spedito nei negozi all'inizio di ottobre il suo "La 167", anticipato dalla hit planetaria "Pepas", che da sola ha vinto negli Stati Uniti la bellezza di otto Dischi di platino per l'equivalente di 480 mila copie digitali vendute. D'altronde gli ascolti del brano - che mischia cumbia e techno: tutto vero, c'è anche un remix realizzato nientemeno che da David Guetta - su Spotify lievitano giorno dopo giorno: ad oggi sono ben 610 milioni, mentre il videoclip ufficiale su YouTube ha superato i 290 milioni di visualizzazioni.

Rivelazione del 2021, il 28enne portoricano Rauw Alejandro non punta certo a sedersi sugli allori. Il 2022 sarà un anno di successi ancora più giganteschi di quelli conquistati negli ultimi dodici mesi, complici hit come "Toda", "Que le dé", , "Fantasías", "Tattoo"? "Todo de ti", tra i brani contenuti nel suo secondo album "Vice versa",  che ha scalato le classifiche di vendita in Argentina e Messico, conquistando posizioni di prestigio pure nella US Latin di Billboard, la chart pubblicata dalla popolare rivista americana tutta dedicata ai successi del mondo latino, ha superato su Spotify quota 700 milioni di ascolti a livello mondiale. Sembra proprio che il suo idolo Ricky Martin, che Rauw Alejandro imitava da ragazzino davanti allo specchio, cantandone a squarciagola i successi, dovrà presto cedergli il trono.

La coppia esplosiva tutta al femminile composta da Natti Natasha e Becky G sfodera una hit, "Ram pam pam", che negli ultimi mesi del 2021, da maggio a dicembre, ha totalizzato su Spotify 160 milioni di ascolti.

Mica male. Il brano è uno dei singoli estratti dall'ultimo disco di Natti Natasha, dominicana, 34 anni, tra le donne più influenti della musica latina. "Nattividad", questo il titolo del disco, uscito a settembre, è prodotto da Edgar Barrera, vincitore di un Grammy e di un Latin Garmmy Award, Luny (del duo Luny Tunes), Dímelo Flow, Dj Luian e Mambo Kingz: unisce sonorità hip hop, dance/urban, dancehall, bachata, r&b e pop. "Con questo album voglio mandare un importante messaggio alle donne, facendo capire loro che possono ottenere tutto ciò che desiderano: famiglia, carriera, amore, felicità, successo e molto altro. Voglio incoraggiare le altre donne a fare ciò che le rende felici, che le appassiona. Credetemi quando dico che tutto è possibile e non ci sono limiti a quello che si può fare. L’album rappresenta proprio questo: non ci sono limiti nella vita e con i miei testi voglio dimostrare che non ce ne sono nemmeno nella musica. Nell’album parlo di diversi argomenti e esploro vari generi musicali", dice Natti Natasha. Un esempio, per le ragazze che sognano una carriera come la sua.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.