Le vendite di CD sono aumentate per la prima volta in 17 anni

Dischi come "30" di Adele e i progetti di Taylor Swift hanno contribuito a far tornare interesse nei confronti del formato fisico.
Le vendite di CD sono aumentate per la prima volta in 17 anni
Credits: Simon Emmett

Le vendite di CD sono aumentate per la prima volta in 17 anni: questa la notizia riportata da Billboard. Le statistiche di fine anno, per concessione di MRC Data, certificano che le vendite di compact disc hanno raggiunto 40,59 milioni di unità nell'anno appena trascorso, in aumento dell'1,1% rispetto ai 40,16 milioni di unità nel 2020. Il balzo delle vendite di CD è dovuto ad alcuni artisti più venduti, ovvero Adele e Taylor Swift. Il nuovo album di successo di Adele "30", infatti, è stato il CD più venduto negli Stati Uniti, con un totale di 898.000 unità vendute. Swift ha preso il secondo e il terzo posto con le sue versioni recentemente ri-registrate di "Fearless" (263.000 CD venduti) e "Red" (237.000).

    Le vendite di CD sono aumentate per la prima volta in 17 anni: questa la notizia riportata da Billboard. Le statistiche di fine anno, per concessione di MRC Data, certificano che le vendite di compact disc hanno raggiunto 40,59 milioni di unità nell'anno appena trascorso, in aumento dell'1,1% rispetto ai 40,16 milioni di unità nel 2020. Il balzo delle vendite di CD è dovuto ad alcuni artisti più venduti, ovvero Adele e Taylor Swift. Il nuovo album di successo di Adele "30", infatti, è stato il CD più venduto negli Stati Uniti, con un totale di 898.000 unità vendute. Swift ha preso il secondo e il terzo posto con le sue versioni recentemente ri-registrate di "Fearless" (263.000 CD venduti) e "Red" (237.000).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.