Enrico Ruggeri racconta (in anteprima) a Rockol il suo nuovo singolo

Si intitola "La rivoluzione"
Enrico Ruggeri racconta (in anteprima) a Rockol il suo nuovo singolo

Sarà da domani 7 gennaio nelle radio "La rivoluzione", il nuovo singolo di Enrico Ruggeri che anticipa l’omonimo album di inediti, in uscita nel 2022, sul quale il cantautore sta lavorando da ormai due anni.
Co-autore del brano è Massimo Bigi, che è stato per molti concerti, a partire dal 1995, il tour manager di Enrico Ruggeri, e che ha debuttato come cantautore nel 2020 con l'album "Bestemmio e prego".
La canzone sarà ascoltabile da domani; intanto possiamo farvi leggere il testo, anticipato dall'autore via social (notate la citazione gucciniana...)

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ekqITdgnXftdLs250r4gC9jNs2k=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ruggeri-la-rivoluzione.png

 

Abbiamo chiesto a Enrico Ruggeri di scrivere per noi una presentazione della canzone, ed ecco quello che ci ha mandato:

LA MIA GENERAZIONE di Enrico Ruggeri

Siamo quelli che andavano a letto dopo Carosello.

Poi, senza che ce ne accorgessimo, ci siamo svegliati con l’odore acre dei lacrimogeni, con la recessione e qualche compagno di classe con le braccia segnate dall’eroina, mentre Jimi Hendrix e Lou Reed giravano sul piatto.

Quegli anni, in un modo o nell’altro, ci avrebbero condizionato per tutta la vita: ognuno ha preso la sua strada, tutti più o meno inseriti nel “sistema”, siamo mutati nell’aspetto e nel comportamento, ma non nell’anima.

C’è stato un momento nel quale abbiamo creduto di poter cambiare il mondo, poi abbiamo accettato e subito la trasformazione della realtà: è arrivato il “riflusso”, ognuno di noi ha pensato di poter essere l’artefice del suo destino, e forse per qualcuno è stato così.

Abbiamo corso, combattuto, qualcuno sgomitando, altri annaspando.

Siamo diventati genitori ed è stato difficilissimo, perché ci siamo trovati a dire ai figli le stesse cose che dicevano a noi, quello che ci sembrava un sopruso è diventato un maldestro sistema per provare ad evitare che i nostri ragazzi commettessero gli stessi errori: anche in questo frangente ci siamo sentiti fuori posto.

Siamo ancora qui, con i nostri libri, i nostri dischi, i nostri viaggi avventurosi, i nostri concerti e i nostri amori complicati.

Come dice la mia canzone, noi la Rivoluzione l’abbiamo sognata, e a nostro modo abbiamo anche provato a farla: abbiamo avuto in cambio grandi emozioni e un inestimabile patrimonio culturale ed emotivo: la nostra anima è gonfia di ricchezze e di grandi delusioni.

Per nostra fortuna un sessantenne oggi è ben diverso da quelli di cinquant’anni fa, la nostra unica vera vittoria è stata questa: curiosamente abbiamo ottenuto la legittimazione sociale che noi negavamo ai “matusa”… Quello che è successo, quello che abbiamo fatto, in qualche modo rimane.

Siamo una fermata scritta sopra a un foglio da conservare.

Ruggeri tornerà in concerto il prossimo anno con “La rivoluzione – il tour”. Queste le prime date:

2 aprile al Teatro San Domenico di Crema

9 aprile al Teatro Nazionale di Milano

21 aprile al Teatro Ambasciatori di Catania

26 aprile al Teatro Olimpico di Roma

I biglietti saranno disponibili sul circuito Ticketone (www.ticketone.it/artist/enrico-ruggeri).


Enrico Ruggeri ha da poco aperto un canale TikTok dove ripercorre la storia del rock, dei suoi personaggi e delle grandi opere, condensando in pochi minuti le lezioni tenute al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, nel periodo in cui ha tenuto una cattedra.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.