Spotify, aperto a Los Angeles un mega centro di produzione per podcast

‘Pod City’ comprende 18 studi per la registrazione di contenuti audio distribuiti in tre edifici separati
Spotify, aperto a Los Angeles un mega centro di produzione per podcast

Il DSP svedese continua a puntare sui podcast: dopo l’acquisizione di Whooshkaa, la società svedese quotata a Wall Street ha annunciato l’apertura a Los Angeles di un vasto centro di produzione dedicato ai contenuti audio. Il complesso, battezzato Pod City, ospita 18 studi di registrazione, uffici, un auditorium e sale conferenze in tre edifici, capaci di dare asilo al proprio interno a oltre 600 dipendenti. “Vogliamo essere in grado di disporre di spazi adeguati per i nostri team e per la community dei creatori”, ha spiegato Courtney Holt, Global Head of Podcasts and New Initiatives di Spotify: “Ecco perché stiamo investendo a Los Angeles. E’ una città importante per noi. Questa iniziativa rappresenta un importante tentativo di mettere in atto la strategia più lungimirante possibile su come poter organizzare una produzione dinamica e agile pronta a soddisfare le esigenze della piattaforma e dei consumatori”.

    Il DSP svedese continua a puntare sui podcast: dopo l’acquisizione di Whooshkaa, la società svedese quotata a Wall Street ha annunciato l’apertura a Los Angeles di un vasto centro di produzione dedicato ai contenuti audio. Il complesso, battezzato Pod City, ospita 18 studi di registrazione, uffici, un auditorium e sale conferenze in tre edifici, capaci di dare asilo al proprio interno a oltre 600 dipendenti. “Vogliamo essere in grado di disporre di spazi adeguati per i nostri team e per la community dei creatori”, ha spiegato Courtney Holt, Global Head of Podcasts and New Initiatives di Spotify: “Ecco perché stiamo investendo a Los Angeles. E’ una città importante per noi. Questa iniziativa rappresenta un importante tentativo di mettere in atto la strategia più lungimirante possibile su come poter organizzare una produzione dinamica e agile pronta a soddisfare le esigenze della piattaforma e dei consumatori”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.