Eric Clapton, in uscita il nuovo singolo ‘Heart of a Child’ (scritto con l’italiano Robin Monotti)

Il brano sarà disponibile a partire dal prossimo 24 dicembre
Eric Clapton, in uscita il nuovo singolo ‘Heart of a Child’ (scritto con l’italiano Robin Monotti)

Si intitola “Heart of a Child” il nuovo singolo che Eric Clapton pubblicherà alla vigilia di questo Natale, il prossimo 24 dicembre: la canzone - che segue “This Has Gotta Stop”, il brano distribuito la scorsa estate per mezzo del quale il leggendario chitarrista britannico esprimeva le sue (forti) perplessità nei confronti della gestione della pandemia da SarS-Cov-2 da parte del governo britannico - è stata scritta dallo stesso Clapton con Robin Monotti, architetto e produttore cinematografico italiano da anni residente a Londra noto per le sue posizioni nettamente critiche nei confronti delle campagne di vaccinali e dei provvedimenti restrittivi per arginare la diffusione del Covid-19.

Come riferito dall’edizione americana di Rolling Stone, il brano non dovrebbe fare riferimento direttamente alla pandemia e alle sue implicazioni, ma - nel testo - sono presenti due passaggi che alludono, per certi versi, alla situazione sanitaria che il mondo sta affrontando da due anni a questa parte: “We lost the love of a man / I was proud to know / They locked you down boy / Made you grieve alone (...) Turn off the TV / Throw your phone away / Don’t you remember / What your daddy used to say” [“Abbiamo perso l’amore di un uomo / Sono fiero di saperlo / Ragazzo, ti hanno rinchiuso / E fatto incazzare da solo (...) Spegni la TV / Butta via il telefono / Non ricordi / Cosa ti diceva tuo padre?”].

Fu Monotti a rendere pubblica la lettera indirizzatagli da Clapton circa gli effetti avversi accusati dal chitarrista dopo essersi sottoposto a due dosi di vaccino Astrazeneca: “Ho avuto reazioni gravi dopo la prima dose, durate dieci giorni. Alla fine mi sono ripreso e mi hanno detto che a distanza di dodici settimane avrei dovuto ricevere la seconda dose”, scrisse il chitarrista, “Invece sei settimane dopo mi hanno richiamato. Inutile dire che le reazioni sono state disastrose: le mie mani e i miei piedi erano congelati, insensibili, praticamente inutili. Per due settimane ho temuto di restare paralizzato senza poter suonare. Avevano detto che il vaccino era sicuro, invece…”.

Le posizioni di Clapton in merito ai vaccini e relativi certificati sono diventate oggetto di dibattito non solo all’interno della cerchia di fan e appassionati: “La polarizzazione su questo tema di ha solo reso più determinato”, aveva dichiarato l’artista al sito The Defender di Robert F. Kennedy Jr, esponente della comunità di scettici nei confronti delle misure contenimento della pandemia, “Le critiche che arrivano da certi media, come quelle di Rolling Stone, per me sono un complimento. Non so perché questa gente ce l’ha con me, sicuramente c’è del rancore. Ma è divertente, perché loro possono dire delle cose su di me, ma in realtà non ho sentito un’opposizione reale nei miei confronti. Anzi, ho trovato più sostegno a questa causa di quanto non abbia mai fatto prima per qualsiasi cosa”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.