Cosmo ha deciso di fare un passo indietro, annullando i suoi blitz

L'evento dello scorso mese a Milano, quando il musicista si esibì all'Alcatraz di Milano di fronte a una folla di oltre 3 mila persone non distanziate, non avrà seguito.
Cosmo ha deciso di fare un passo indietro, annullando i suoi blitz

Con una media di oltre 17 mila casi nell'ultima settimana, eventi come quelli che Cosmo ha tenuto lo scorso 23 novembre a Milano, quando l'ex frontman dei Drink To Me si è esibito sul palco dell'Alcatraz di Milano di fronte a una folla di oltre 3 mila persone non distanziate (molte delle quali si sono abbassate la mascherina non appena hanno messo piede all'interno del club - per accedere era comunque necessario mostrare il green pass, come abbiamo raccontato qui), suonando i brani dell'album "La terza estate dell'amore", rischiavano di andare contro le intenzioni per i quali erano stati pensati, dare una mano al mondo dei club a rispondere alla crisi causata dai diversi mesi di chiusura.

I primi a riconoscerlo sono stati Cosmo e il suo promoter, DNA Concerti, che hanno deciso di fare un passo indietro annullando i nuovi "blitz" - così come il cantautore ha soprannominato gli eventi - in programma il 21 dicembre a Venaria Reale (Torino) e il 22 dicembre a Padova.

In una lunga nota, rilanciata da Cosmo su Instagram, DNA Concerti ha spiegato i motivi dietro la scelta: 

Lo avevamo detto qualche settimana fa: per noi e per Cosmo i concerti Blitz dovevano rappresentare il ritorno alla vita contro la paura, e quello che è andato in scena all’Alcatraz di Milano lo scorso 23 novembre è stato l’apice di una celebrazione e di una lotta.
Continuiamo a credere come dal primo giorno ai valori dell’integrazione e dello stare bene insieme, e sempre, come dal primo giorno, abbiamo deciso di mettere al centro la comunità e non gli interessi personali.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di fare un passo indietro, vista la situazione di incertezza, non solo dal punto di vista normativo riguardo la possibilità di continuare a svolgere i concerti nei club senza distanziamento e con il 100% delle capienze. Incertezza che purtroppo ancora una volta rende impossibile garantire a pubblico e lavoratori lo standard minimo di professionalità che abbiamo cercato di mantenere durante questi due anni così difficili per il nostro settore. In mancanza di garanzie da parte delle autorità competenti preferiamo fare un passo indietro, ancora una volta.
Per noi i concerti sono una festa, e tale devono restare.
Se non c’è la possibilità di viverli nel modo che riteniamo più consono preferiamo passare avanti e tornare ad aspettare tempi migliori.
Ci rendiamo conto, poi, che in questo momento sembra essere il pubblico stesso a voler chiedere di aspettare che la situazione relativa alle possibili zone gialle, arancioni e rosse diventi più chiara, e preferiamo quindi smettere di vendere i biglietti per date che potrebbero rischiare di essere bloccate a pochi giorni dagli spettacoli.
Per questo motivo ci scusiamo con il pubblico che attendeva come noi con ansia questi appuntamenti  dopo il successo del concerto all’Alcatraz di Milano, e vi ringraziamo per l’affetto e il sostegno dimostratoci fin qui.

Verranno predisposti in automatico e con effetto immediato i rimborsi per tutte le persone che hanno acquistato il biglietto, e l’intero importo (inclusi diritti di prevendita) verrà riaccreditato sul sistema di pagamento utilizzato per l’acquisto entro 5-10 giorni lavorativi (per ulteriori informazioni aiuto@dice.fm).

Restano invece al momento confermati i concerti de "La prima festa dell'amore" originariamente in programma all'Arena Parco Nord di Bologna all'inizio di ottobre e poi posticipati al 15, 16 e 18 aprile: "Sotto il nostro tendone dove verrà messo in scena un vero e proprio mini-festival, un evento che a questo punto sarà ancora più speciale". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.