Billie Eilish: "Guardare porno a 11 anni mi ha distrutto il cervello"

La cantante: "Mi sento incredibilmente devastata dal fatto di essere stata esposta a così tanto porno"
Billie Eilish: "Guardare porno a 11 anni mi ha distrutto il cervello"
Credits: Kelia Anne MacCluskey

Billie Eilish ha parlato di una vera e propria dipendenza nata dal guardare filmati porno a partire dall’età di 11 anni.

Un’abitudine che, come da lei stessa ha rivelato all’Howard Stern Show su Sirius XM Radio, l’ha portata ad avere incubi e le ha procurato problemi quando ha iniziato ad avere delle frequentazioni. “Penso che il porno sia una vergogna. Guardavo un sacco di porno, a dire il vero. Ho iniziato a guardare il porno quando avevo, tipo, 11 anni”, ha dichiarato Billie Eilish. Inizialmente questa abitudine l’aveva aiutata a sentirsi cool, ma poi qualcosa è cambiato. “Penso che mi abbia davvero distrutto il cervello e mi sento incredibilmente devastata dal fatto di essere stata esposta a così tanto porno”, ha aggiunto, dicendo di aver sofferto di incubi perché alcuni dei contenuti che guardava erano così violenti e offensivi.

Il porno entra anche nella sua musica, dal momento che in "Male Fantasy", brano contenuto nel suo ultimo album "Happier Than Ever", l’artista canta di essere a casa da sola e di distrarsi con la pornografia mentre ricorda una relazione interrotta. Oggi Billie Eilish si dice arrabbiata con se stessa: “Le prime volte che, sai, ho fatto sesso, non dicevo di no a cose che non andavano bene. Era perché pensavo che fosse quello da cui avrei dovuto essere attratta”, ha detto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.